Oracle usa gli Xserve RAID di Apple

di |
logomacitynet696wide

L’azienda di Larry Ellison scopre che è possibile spende un terzo del previsto per archiviare i propri database sui server RAID da rack prodotti a Cupertino dall’amico di lunga data Steve Jobs.

Gli Xserve RAID di Apple, grazie agli ottimi prezzi di listino, sono un ottima alternativa ai sistemi monolitici di archiviazione (specialmente EMC e IBM) che tradizionalmente sono impiegati dalle grandi aziende che usano i database di Oracle.

La stessa Oracle, per la precisione il dipartimento tecnologico, impiega Xserve RAID per immagazzinare la posta elettronica, le comunicazioni vocali e le informazioni calendarizzate tramite Oracle Collaboration Suite, insomma i server di Apple dedicati allo storage hanno scalzato i dischi collegati in fibra ottica precedentemente usati dal gigante del software Oracle.

Oracle ha pubblicato su documenti aziendali una analisi dei costi su prodotti di archiviazione e in base al costo per MB gli Xserve RAID sono più economici di un terzo rispetto alla concorrenza: “l’avvento di sistemi economici di storage basati su dischi ATA e reti dedicate si sposa bene con Oracle Database 10g per Mac ed è possibile creare un Database Storage Grid a basso costo pur mantenendo performance eccellenti e qualità  elevate di funzionamento” è stato scritto da Oracle.

Ecco alcuni numeri dei test degli, inizialmente scettici, tecnici di Oracle su Xserve RAID con switch QLogic SAN: se letti 8 KB in modalità  casuale si ottengono 1100 IOPS, per una fruizione sequenziale multi-utente si ottengono 266 MBps in lettura.

Secondo Alex Grossman e Brian Croll, rispettivamente direttore del settore server e direttore software di Apple, saranno acquistati prossimamente da Oracle una serie di Xserve RAID per una archiviazione variabile dai 50 ai 100 TB.

Sono attesi per il prossimo OracleWorld di San Francisco pubbliche dimostrazioni di quanto appena descritto, nell’ambito del Resilient Low-Cost Storage Initiative, sono stati identificati da Oracle, oltre ai sistemi di Apple, anche altri come HP, NetApp, EMC/Dell ed Engenio.

Apple ha rimandato l’uscita del software, da meno di 1.000 dollari, Xsan annunciato per l’autunno ma il lancio reale sul mercato dovrebbe essere imminente.

xserve oracle