PC Data “indaga” anche in Italia, ma solo i PC

di |
logomacitynet696wide

Parte l’indagine di PC Data anche sul mercato Internet ed informatico Italiano. La prestigiosa società  americana, una delle protagoniste delle analisi su usi, acquisti e consumi del panorama informatico americano, dall’inizio di questo mese ha infatti individuato un campione per monitorare il traffico del nostro paese.

L’indagine, ci fanno sapere alcuni amici che vogliono restare anonimi, viene svolta dalla Doxa in collaborazione con Onetone, una società  specializzata.
La notizia di un sondaggio di questo tipo sarebbe interessante ma purtroppo i suoi risultati e le statistiche corrono il rischio di essere falsate dalla scelta di utilizzare un’applicazione che gira solo su PC. Gli operatori di Doxa e di One To One hanno raccolto le segnalazioni di alcuni utenti a questo proposito e promettono lo sviluppo di una versione per Mac entro la prima metà  di quest’anno.
Il programma (un piccolo eseguibile di 800kb) è sempre attivo e controlla
non solo gli accessi al sito ma anche ad esempio le versioni dei programmi
utilizzati il tipo di macchina, la memoria ecc. (dichiarando esplicitamente di
escludere il controllo delle licenze e i dati contenuti dei documenti: ci
mancherebbe). Periodicamente l’applicazione scarica questi dati al server di pcdata per l’analisi statistica.
In questo modo potrebbe essere possibile non solo rilevare le destinazioni preferite dagli Italiani, ma anche le configurazioni dei sistemi operativi e le applicazioni in uso.