Palm, bilancio in ripresa

di |
logomacitynet696wide

Profitto superiore alle attese, fatturato in aumento. Palm continua a fare progressi e fa segnare un leggero attivo per l’ultimo trimestre fiscale

Margine di profitto ridotto ma al di sopra delle previsioni. Questo, in sintesi, il contenuto della conferenza per la presentazione dei risultati fiscali di Palm che si è tenuta ieri.
Il maggior produttore mondiale di PDA, al centro nei mesi scorsi di una crisi davvero molto forte, ha annunciato di avere fatto segnare un guadagno di 2,9 milioni di dollari, un centesimo di dollaro per azione. Profitto ridotto, dicevamo, ma che se confrontato con le perdite per 25,12 milioni di dollari del quarto precedente e di 1,9 milioni di dollari dello stesso quarto del 2001, significa un confortante progresso. Interessante anche il dato inerente il fatturato che è stato di 292,7 milioni di dollari. Palm aveva previsto un fatturato tra i 250 e i 260 milioni di dollari e il ritorno al pareggio solo nel prossimo trimestre.
I buoni risultati fiscali sono dovuti non tanto ad un aumento delle vendite quanto alla capacità  di Palm di trarre maggiori profitti dai suoi dispositivi il cui prezzo medio, grazie all’introduzione di modelli più costosi, è aumentato. Le unità  vendute, invece, sono calate da 1,5 milioni di pezzi a 1,3 milioni di pezzi.
Palm ha anche, per la prima volta, annunciato i dati economici della sua sussidiaria PalmSource, che si occupa di produrre il sistema operativo e il software per Palm e i vari licenziatari. La divisione, che è stata scorporata solo qualche settimana fa, ha fatto segnare un fatturato di 19,5 milioni di dollari con una perdita di un milione di dollari. Da notare che il fatturato è costituito per 11,7 milioni di dollari dai proventi della vendita del sistema operativo alla stessa Palm.