Palm in ripresa

di |
logomacitynet696wide

Il Natale ha dato respiro al mercato di Palm. La società  di Santa Clara riprende quote di mercato e termina l’€™anno ad oltre il 42% del mercato. Ma dietro la concorrenza con Handspring in testa, incalza.

Il Natale ha fatto bene a Palm. Nel corso dell’€™ultimo trimestre dell’€™anno, infatti, la società  di Santa Clara ha riguadagnato terreno rispetto ai difficili mesi precedenti tornando a conquistare il 42,6% del mercato. Un rimbalzo notevole se si considera che nei due trimestri precedenti Palm era sceso rispettivamente al 35 e poi al 33% del mercato.
Ma nonostante questo progresso i numeri sono ancora sfavorevoli per Palm, se comparati con quelli del 2000 durante il quale fece segnare il 53% del mercato dei PDA.
Il calo è stato tutto a beneficio dei palmari PocketPc. Compaq è salita del 125% rispetto allo stesso quarto dello scorso anno e del 99% rispetto al trimestre precedente catturando il 9.6% del mercato. Anche HP ha avuto una crescita a due cifre.
Ma anche HandSpring ha fatto molto bene riuscendo ad aumentare del 36% le sue vendite rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno e collocandosi al secondo posto tra i venditori di PDA con l’€™11%. Alle sue spalle, sul mercato americano, dopo Compaq e HP, c’€™è Sony.
Sommando le quote di mercato il Palm OS resta ampiamente leader del settore dei sistemi operativi con una quota che dovrebbe raggiungere circa il 60% delle vendite.
A livello mondiale i dati non sono stati ancora resi noti, ma anche qui Palm dovrebbe fare la parte del leone. A dimostrazione della larga accettazione del sistema operativo Palm si nota che anche in Cina di due maggiori produttori di Palmari Hi-Tech Wealth e Minren utilizzano il Palm OS. Hi-Tech è il quarto produttore a livello mondiale di PDA nonostante limiti le sue vendite al mercato della Cina Popolare.