Palm, pressione sui prezzi

di |
logomacitynet696wide

Il magazzino non scende, i vecchi modelli restano dove sono e i prezzi scendono anche sui nuovi. Continua la difficile situazione di mercato per Palm. E ora il rischio è di un contagio a tutto il settore dei palmari

Continua la difficile situazione di mercato per Palm afflitta da problemi di prezzi e di scorte di magazzino di cui non riesce a liberarsi, anzi sembra che la situazione stia prendendo una piega anche peggiore di quello che ci si poteva attendere alcuni giorni fa.Le manovre, che hanno comportato offerte speciali e tagli ai listini, per liberarsi dei vecchi modelli che giacciono presso i rivenditori e presso i suoi stabilimenti non hanno avuto una grande successo. Le scorte continuano ad essere vicine ai tre mesi così che gli stessi rivenditori hanno iniziato ad applicare essi stessi sconti e promozioni. Ma il risvolto più negativo in prospettiva futura è che anche i nuovi modelli, giunti sul mercato solo poche settimane fa, sono in vendita presso alcuni grandi negozi americani con sconti e promozioni. Il Palm m500 è in commercio con uno sconto che arriva anche a 70$ (il 20%) sul prezzo di listino; l’m505 con schermo a colori viene proposto con sconti fino a 30$.Per ora non si tratta di una situazione generalizzata ma la sensazione che si avverte è che il movimento al ribasso è in fase di espansione e presto potrebbe divenire molto più ampio.”Se ci sono prezzi ribassati sui nuovi modelli – ha detto a C/Net l’analista Matt Sargent – siamo di fronte ad un segnale preoccupante. Vuole dire che il mercato è poco recettivo”Il timore degli osservatori e di tutto il segmento è che potrebbe a breve scatenarsi una corsa al ribasso anche su altri marchi che usano PalmOs come HandSpring e Sony, propagando poi l’onda d’urto anche nel settore PocketPc il che determinerebbe un calo globale dei profitti.