Pentium non digerisce il Pinguino

di |
logomacitynet696wide

Oltre ai problemi di prestazioni anche un altro grattacapo per chi decide di acquistare un Pentium 4. Il nuovo processore non gira con (quasi) tutte le release di Linux.

Alla lista dei problemi di Pentium 4, tra i quali ci sono anche recensioni non propriamente favorevoli, si aggiunge anche la notizia che il nuovo processore non supporta la grande parte delle release di Linux.
I riferimenti in proposito da parte della stampa specializzata sono stati confermati anche dalla stessa Intel secondo la quale il problema starebbe nel fatto che Linux non riconosce il processore dal che deriva l’interruzione del processo di installazione. La responsabilità  però, secondo Intel, sarebbe degli sviluppatori che non hanno adeguato il loro software nonostante abbiano avuto il tempo e le informazioni necessarie per farlo. Una scusa che pare reggere se è vero che Caldera, uno dei protagonisti del mercato Linux, conferma quanto sostenuto da Intel e di avere scelto di non rilasciare subito un patch in attesa della presentazione di un nuovo pack incluso nel prossimo upgrade.
Che il rapporto tra Linux e Pentium 4 non sia dei migliori, in ogni caso, è confermato anche da altre prese di posizione, perfino di distributori, come il colosso assoluto del mondo Linux, Red Hat, i cui prodotti sono certificati da Intel come “Pentium 4 compatibili”. Red Hat, infatti, afferma di non supportare il nuovo chip perchè la propria release di Linux avrebbe “problemi di compatibilità  con Pentium 4”, problemi che dovrebbero essere risolti con la prossima release.
Oltre a RedHat l’unico Linux a funzionare con Pentium 4 é TurboLinux 6. Non girano invece i Linux di SuSE, MandrakeSoft e Corel e non è chiaro quando la compatibilità  verrà  garantita.