Pepper 4: l’editor di testi amato dai programmatori

di |
logomacitynet696wide

E’ pronta la versione 4.0.1 di Pepper, shareware multipiattaforma per l’editing testuale, prezioso compagno di lavoro di migliaia di sviluppatori.

La Hekkelman Programmatuur, società  olandese specializzata nello Sviluppo Software in ambiente BeOS e Apple Macintosh, rilascia la versione 4.0.1 di Pepper, shareware multipiattaforma per l’editing testuale, prezioso compagno di lavoro di migliaia di sviluppatori
PHP, HTML, C++, Javascript, Pearl etc. Pepper, evoluzione del famoso code editor BeOS “Pe”, è oggi disponibile sia in versione Carbon per 9.x e OSX che per Windows, e sin dal 1996, data della sua nascita, è andato a conquistare sempre più spazio in un segmento di mercato dominato da editor testuali di antica gloria come BBEdit o jEdit.

Apprezzato per la sua potenza e versatilità  in ambiente Classic, con la versione 4.0.1 carbonizzata entra a pieno titolo nel podio dei migliori editor per X.

Tra le funzioni più apprezzate di Pepper è da sottolineare “Accelerator”, strumento dedicato agli sviluppatori che necessitano un set di stringhe di codice prememorizzate da inserire rapidamente tramite palette dedicate totalmente personalizzabili tramite l’interfaccia grafica del software.

Le sintassi supportate spaziano da HTML (con codici JavaScript e PHP), C/C++, Pascal, Oberon-2, Perl, Python, Rez, Shell, TeX.

Alcuni utenti lamentano l’assenza di interfaccia Applescript di OSX, caratteristica che, a detta di molti, lo renderebbe il campione indiscusso del segmento.
Il prezzo è fissato in 35 dollari ed è possibile scaricarne un trial da questa pagina.

[A cura di Rudy Belcastro]