Piccoli browser crescono

di |
logomacitynet696wide

Firefox rallenta un po’ la corsa ma continua a guadagnare terreno su Explorer. Alle sue spalle si fa largo anche Safari.

Firefox e Safari guadagnano terreno, Internet Explorer continua a perdere. Questa la sentenza pronunciata oggi da OneStat, una società  specializzata nelle indagini sulle percentuali d’€™utilizzo dei browser Internet.

Secondo quanto riferisce il più recente dei resoconti, Firefox è passato dal 7,45 di novembre all’€™8,45% di gennaio, guadagnando circa l’€™1% di utilizzo. Inferiore, ma non per questo meno significativo, sarebbe l’€™incremento della percentuale di Safari che sarebbe passato dallo 0,9 all’€™1,21%. A perdere a favore di Firefox e Safari sarebbe essenzialmente Internet Explorer che continua la sua discesa; a gennaio la percentuale di coloro che usano IE sarebbe passata dall’€™88,79 all’€™87,28%.

I dati forniti da WebSideStory, una società  che svolge le stesse ricerche di OneStat ma che si focalizza prevalentemente sugli USA, assegna a Firefox il 5,7% (+0,79%) e l’€™1,9% a Safari (che viene classificato abbinato ad Opera che però non dovrebbe avere percentuali di molto superiori allo 0,1%). Tra i dati interessanti la discesa di Internet Explorer al di sotto di quota 90% (89,9%) per la prima volta dal momento in cui è iniziata la rilevazione dell’€™audit dei browser. WebSide Story nota però anche il fatto che la crescita di Firefox ha rallentato il passo rispetto a precedenti rilevazioni che comunque facevano segnare un ritmo decisamente sorprendente.

Nonostante questo resta ancora a portata di mano l’€™obbiettivo del 10% che Firefox potrebbe raggiungere entro fine anno. Il traguardo sarebbe molto rilevante visto che il navigatore frutto del progetto open source non conta altro che sul passaparola mentre IE è accompagnato da un sistema operativo. Tra le prospettive che potrebbero dare un grande impulso a Firefox ci potrebbe essere una partnership con Google; l’€™accordo potrebbe rivoluzionare lo scenario e accelerare moltissimo l’€™adozione del browser indipendente.