PlayStation Network, torna a pieno regime

di |
logomacitynet696wide

Sony dichiara che PlayStation Network è tornato a pieno regime. Per scusarsi di quanto accaduto ai servizi PlayStation Network e Qriocity la società ha lanciato Welcome Back, un servizio di bentornato con contenuti scaricabili: i membri di PSN che si erano iscritti prima dell’interruzione di servizio (21 aprile 2011) saranno in grado di scegliere due giochi gratuiti per PS3 e due giochi gratuiti per PSP. La società continua però a essere sotto tiro: solo pochi giorni addietro con l’ennesimo attacco rubati i dati sensibili degli utenti registrati alla rete Sony Pictures.

Sony afferma che il PlayStation Network è tornato a pieno regime. Per scusarsi di quanto accaduto ai servizi PlayStation Network e Qriocity la società ha lanciato Welcome Back, un servizio di bentornato con contenuti scaricabili: i membri di PSN che si erano iscritti prima dell’interruzione di servizio (21 aprile 2011) saranno in grado di scegliere due giochi gratuiti per PS3 e due giochi gratuiti per PSP. I possessori di PS3 possono andare sulla sezione ‘Welcome Back’ nel PlayStation Store, e selezionare due titoli tra: Dead Nation, inFAMOUS, LittleBigPlanet, Ratchet & Clank: Alla Ricerca del Tesoro, Wipeout HD + Fury, I possessori di PSP possono andare nella sezione ‘Welcome Back’ del PlayStation Store sul proprio sistema PSP e selezionare due titoli tra: LittleBigPlanet (PSP), ModNation Racers, Pursuit Force, Killzone Liberation. Per richiedere i giochi gratuiti è sufficiente andare su Playstation Store dalla XMB, cliccare sul banner “Welcome Back” nella pagina d’ingresso dello Store o sul link dei Contenuti Recenti, entra nella categoria Welcome Back, selezionare la voce ‘Titoli PlayStation 3 Gratuiti’, e poi selezionare ‘Prendi Adesso’ sullo schermo successivo: gli utenti verranno indirizzata alla sezione nella quale sarà possibile scegliere i due giochi gratuiti.

Con questa mossa, Sony spera di chiudere la vicenda degli attacchi informatici e che hanno portato alla sospensione dei vari servizi, compresi quelli per il gioco online in multiplayer. L’azienda ha subìto il furto di dati da parte di un gruppo denominato “LulzSec” ed è notizia di qualche giorno addietro l’attacco alla rete Sony Pictures: ancora una volta sono stati rubati i dati sensibili degli utenti registrati.

[A cura di Mauro Notarianni]