PocketPc a basso costo, verso l’€™invasione?

di |
logomacitynet696wide

I PDA a basso costo sembrano essere diventati l’€™Eldorado dei produttori. Ora si impegna in prima persona anche Microsoft che con Samsung studia un design di riferimento. Obbiettivo: scatenare i taiwanesi.

Sembra ormai essere il PDA a basso costo il terreno di sfida in cui si giocheranno le prossime battaglie per il dominio del mercato dei computer da tasca.

Dopo il lancio del PDA di Dell, che avverrà  il prossimo 18 novembre e che si distinguerà  proprio per la sua economicità , Microsoft e Samsung hanno annunciato ieri di avere creato un team per lo sviluppo di un design di riferimento per un PDA di fascia economica destinato proprio ad insidiare i dispositivi entry level.

Il PDA, che potrà  essere prodotto da vari assemblatori che vorranno acquistare il design, sarà  costruito intorno ad un processore Samsung ARM9, avrà  32 MB di memoria un display che potrà  essere sia in bianco e nero che a colori e il supporto a schede SDIO o Secure Digital con un case di dimensioni molto ridotte.

Microsoft ha sottolineato che l’€™accordo con Samsung è finalizzato ad accelerare l’€™ingresso sul mercato di un maggior numero di concorrenti nell’€™arena PocketPC, abbattendo i costi di sviluppo e conseguentemente anche i costi finali del prodotto.

Della iniziativa beneficeranno, molto probabilmente, i produttori Taiwanesi che potrebbero effettivamente invadere il mercato con una serie di ‘€œcloni’€ PocketPc a basso costo.

Microsoft aveva già  raggiunto un accordo con Texas Instruments e Intel per la realizzazione di design di riferimento per dispositivi simili, ma che si collocano nella fascia più alta del mercato.