Polizia di San Francisco, indagine interna sull’iPhone smarrito al Cava22

di |
logomacitynet696wide

La Polizia di San Francisco ha deciso di aprire una indagine interna per capire come sono andate le cose il giorno della perquisizione svolta congiuntamente da due agenti con gli ispettori di sicurezza di Apple per trovare un prototipo di iPhone perso in un ristorante. Una vicenda ancora in parte misteriosa.

La polizia di San Francisco lancerà una inchiesta interna per capire come siano andate realmente le cose a margine della controversa e non ancora del tutto chiarita vicenda dell’iPhone smarrito al Cava22, un ristorante-bar messicano di San Francisco. A riferirlo è il “solito” tenente Troy Dangerfield a C/Net.

Il sito americano non fornisce dettagli e non precisa quando e come si svolgerà l’indagine, limitandosi a riferire che sarà necessario capire come i poliziotti della stazione di Igleside siano intervenuti nel corso della perquisizione. L’obbiettivo della Polizia sarà certamente anche quello di arrivare a definire come sia partita l’indagine, quali siano state le ragioni (certamente convincenti) che gli addetti alla sicurezza di Apple hanno addotto per indurre i poliziotti a seguirli alla casa di Sergio Calderon, il giovane sospettato di avere trovato o di possedere il prototipo perduto, e perché siano stati gli addetti di Apple a svolgere la perquisizione senza alcun ausilio (pare) della polizia.

C/Net riferisce di avere provato a contattare Calderon che però, al contrario dei giorni scorsi, ha rifiutato l’intervista riferendo di essere in contatto con un avvocato. Si è comunque appreso, per esplicita ammissione dello stesso Calderon, che la sera in cui è stato perso il telefono il giovane era al Cava22. Non si sa però nulla di tutto il resto, il giorno dello smarrimento, quanto Apple ha cominciato a cercare il telefono, di che telefono si trattasse.