Polonia, in coda solo comparse

di |
logomacitynet696wide

In Polonia si formano le code di fronte ai negozi Orange che vendono iPhone. Ma non sono clienti, ma comparse reclutate dall’operatore. “Lo facciamo per il marketing”, dice un portavoce.

Le code per l’€™acquisto di iPhone si stanno formando anche in Polonia, uno dei paesi dove tra questa notte e domani mattina arriverà  iPhone, peccato che si tratti di persone pagate da Orange, uno dei due operatori che distribuiranno il cellulare nel paese dell’€™Est europeo. Ad ammettere che i non troppo folti capannelli di persone in attesa che aprano i negozi non sono costituiti da veri appassionati intenzionati ad essere i primi a mettere sopra le mani su iPhone ma vere e proprie ‘€œcomparse’€ stipendiate come parte di un piano marketing, è l’€™operatore mobile. «Abbiamo organizzato questa iniziativa – si legge in una nota di Reuter che attribuisce le parole ad un anonimo portavoce – in 20 negozi in tutta la nazione. Si tratta di un modo per innalzare l’€™attenzione sul prodotto».

Il sospetto che dei ‘€œcodisti’€ professionali fossero stati assunti per dare maggior effetto al lancio di iPhone era sorta già  l’€™11 luglio in Svezia. Telia Sonera non avrebbe dato corso al piano, grazie al fatto che le code si erano poi formate spontaneamente, cosa che evidentemente Orange in Polonia dispera possa accadere. Prezzo alto del telefono e costi altrettanto alti dei piani telefonici sarebbero i due principali ostacoli al dilagare dell’€™entusiasmo dei clienti locali.

La prova che ci sono attori in azione di fronte ai negozi iPhone di Orange, sarebbe in quel che accade davanti ai punti vendita di T-Mobile dove a ieri sera non si vedeva anima viva.