PortalPlayer scommette su Vista

di |
logomacitynet696wide

PortalPlayer, in difficoltà  dopo il tradimento di Apple che ha escluso i suoi chip dall’iPod nano, medita la riscossa. Il futuro è in Windows Vista e nei computer portatili.

PortalPlayer cerca una nuova strada, meno dipendente da iPod e che le consenta di ampliare il pacchetto dei suoi clienti. Questo quanto si è appreso nel corso del resoconto al trimestre fiscale della società  divenuta universalmente nota per avere fornito i chip dei player di Cupertino.

Tra i tanti annunci negativi contenuti nel resoconto fiscale di Portal Player (tra cui l’abbandono del Ceo e la riduzione sostanziale dei profitti e del fatturato, frutto del taglio degli ordinativi di Apple) , la società  che ha fatto la sua fortuna con le forniture dei chip di iPod, ha infatti annunciato di essere in procinto di differenziare i propri clienti grazie ad un nuovo prodotto, la piattaforma “Preface”.

La componente è quanto serve per allestire un “computer nel computer” sui Pc portatili Windows, un sistema in grado di funzionare anche a macchina chiusa grazie ad uno schermo collocato sulla parte esterna del coperchio che fornisce accesso a micro-applicazioni d’utilità  generale come mail, indirizzario, player musicale, calendario appuntamenti, che operano senza richiedere l’utilizzo della Cpu principale. “Preface” starebbe suscitando grande interesse, specie nei produttori Taiwanesi.

Secondo PortalPlayer “Preface” potrebbe incrementare il fatturato in maniera rilevante, ammortizzando quasi del tutto la riduzione dei profitti determinati dalla scelta di Apple per i chip prodotti da Samsung.

Attualmente il problema principale per PortalPlayer è rappresentato dalla data di rilascio di Windows Vista. Le funzioni di “Preface” sono infatti supportate unicamente dal nuovo sistema operativo la cui data di rilascio, originariamente prevista per il mese di novembre per i partner business, sembra ora essere in procinto di scivolare più in là . Se ci sarà  un ritardo anche i profitti per PortalPlayer ritarderanno, con tutto quel che ne consegue in termini di fiducia da parte degli investitori.