Portatili al metanolo

di |
logomacitynet696wide

Un portatile acceso per 20 ore? Un cellulare che funziona per settimane senza ricarica? Il sogno potrebbe presto trasformarsi in realtà se un recente annuncio di Motorola su una tecnologia in corso di sviluppo dovesse trovare una concretizzazione.

Batterie per cellulari che durano un mese, portatili che possono funzionare continuamente per giorni senza essere ricaricati. Questo l’obbiettivo che si pongono nel settore della ricerca di Motorola dove si studia una nuova tipologia di batterie a lunghissima durata e di peso irrisorio.
A dare una mano nella concretizzazione di questo sogno sarebbe il metanolo, un prodotto chimico noto in Italia (ma solo ai più giovani) per essere stato utilizzato per innalzare la gradazione e sofisticare milioni di ettolitri di vino provocando la morte di numerosi consumatori. Motorola utilizzerebbe il metanolo, come accennato qualche tempo fa anche da queste pagine, per fare da propellente a delle celle di alimentazione. Il metanolo, combinato con l’ossigeno produrrebbe a lungo energia a basso costo.
Al momento la difficoltà  maggiore nel produrre esemplari di batterie di questo tipo è nella miniaturizzazione delle componenti che gestiranno la batteria. Un prototipo presentato nei giorni scorsi utilizza membrane in ceramica che semplificano la produzione e rendono inutili le ventole utilizzate in precedenti esemplari.
Secondo Motorola, che intende utilizzare questo tipo di prodotto abbinato a batterie tradizionali, una cella al metanolo sarebbe in grado di produrre cinque volte l’energia di una batteria agli ioni di litio. In particolare una cella da cinque centimetri per un centimetro è già  stata in grado di erogare 100mW per numerose settimane senza alcuna degradazione di potenza.
Nei progetti di Motorola, che sta lavorando al progetto con i laboratori ad alta tecnologia di Los Alamos, le ricariche al metanolo saranno vendute in cartucce del tutto simili a quelle delle penne stilografiche o degli accendini, acquistabili presso i negozi di elettronica eliminando del tutto la dipendenza da fonti elettriche per la ricarica.