Portatili, in Europa la corsa rallenta

di |
logomacitynet696wide

La corsa degli europei all’€™acquisto dei portatili rallenta. Tasso di crescita in discesa dopo mesi da record. Ma gli analisti continuano a credere che il futuro dell’€™informatica sarà  nei laptop

Il mercato dei laptop in Europa si raffredda. Questa, a sorpresa, la rilevazione di Context contenuta in una ricerca che si riferisce al mese di maggio.

Secondo Contex in Inghilterra, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svezia e Olanda, ovvero i principali mercati informatici del continente, le vendite dei portatili sono state superiori del 17,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma il dato è decisamente inferiore al trend di crescita dei mesi precedenti: +37,3% a gennaio e addirittura +42,7% in febbraio. In marzo il trend si era ridimensionato ad un +30% che è diventato un +20,3% in aprile. Ora le previsioni per giugno, mese per il quale non ci sono ancora dati definitivi, parlano di appena un +10%.

Secondo Jeremy Davies, analista di Context, un segno che la corsa all’acquisto dei laptop, concepiti come un rimpiazzo dei desktop, potrebbe essere in rallentamento effettivo, giunge dagli sconti che vengono praticati dai produttori.

Nonostante il calo, in ogni caso, Context tiene a sottolineare come si tratti di un fenomeno naturale dopo la corsa a perdifiato che ha segnato i mesi a cavallo tra il 2003 e il 2004. “in ogni altro settore dell’industria * dice Davies * dati di crescita intorno al cinque o sei percento farebbero stappare bottiglie di Champagne”.

Secondo Context, infatti, le vendite di laptop sono solo oggetto di un assestamento in un contesto comunque favorevole e che vede ancora oggi i portatili come una valida alternativa ai desktop. Questa prospettiva dovrebbe continuare ad indurre i clienti all’acquisto di portatili.