PosteBollo di Poste Italiane, solo per Win [aggiornato]

di |
logomacitynet696wide

Ancora un caso per “Ad Armi Pari”: è necessario possedere un PC con Windows per usufruire del servizio di stampa delle affrancature necessarie alla spedizione di corrispondenza ordinaria o prioritaria. Ma le poste sembrano essere disponibili a rivedere la cosa…

Un nuovo servizio di Poste Italiane ci proietta insperatamente tra i paesi moderni, ma anche stavolta la solita discriminazione verso i sistemi non Windows colpisce inesorabile.

Si chiama PosteBollo la soluzione per acquistare online affrancature di posta ordinaria o prioritaria e conseguentemente di stampare quelle etichette che poi vanno apposte sulla busta da inviare, quelle etichette che già  molti uffici postali appiccicano da tempo sulle corrispondenze, in luogo dei classici francobolli.

Si dirà : bene, era ora… invece dobbiamo fermare subito gli entusiasmi dei nostri lettori, si tratta di un servizio che Poste Italiane S.P.A. ha predisposto solo per l’utenza Windows.

Al momento di scaricare l’apposito software (ben 16 MB di .EXE oppure richiesta del CD) si leggono i tristi requisiti minimi (e sono proprio minimi!) che come facilmente prevedibile, escludono la piattaforma Mac.

In quanto SPA le Poste sono libere di escludere dai loro servizi chi vogliono, a noi invece sembra la solita discriminazione di un’utenza tecnicamente preparata e professionale che da sempre utilizza strumenti DTP e lavora nel campo della distribuzione di prodotti veicolati attraverso le poste.

D’altra parte va anche detto che le Poste accrescono la confusione in merito ai possibili clienti del servizio visto che sulla loro home page dedicata ai servizi

online, appare chiaramente e riconoscibile l’immagine di un Titanium.

Se qualcuno ritenesse ingiusta la scelta potrebbe provare a mandare una protesta via email al seguente indirizzo generico [email protected] o telefonando al numero 803.160.

[aggiornamento]
Il nostro lettore Americo ci fa sapere che in seguito alle diverse email di protesta ricevute qualcosa si sta muovendo, o almeno questa è la risposta che arriva a chi ha raccolto il nostro invito:

“Gentile Cliente,
in merito alla sua richiesta la informiamo che al momento il servizio Postebollo è utilizzabile esclusivamente su piattaforma Microsoft per tanto non è possibile poter usufruire di tale servizio su sistemi differenti come Macintosh. Siamo comunque quì ad informarla che la sua richiesta come moltissime altre da parte di utenti che utilizzano Macintosh è stata segnalata alle sezioni di competenza.
Cordiali saluti.”

Speriamo non sia soltanto una risposta di routine e vi invitiamo a scrivere all’indirizzo citato sopra, se non l’avete fatto per testimoniare l’interesse all’uscita del programma sulla nostra piattaforma.

Detto ciò, abbiamo verificato se altri e più moderni istituti postali si siano aperti a sistemi informatici differenti da Windows e francamente siamo rimasti sorpresi nel notare che la USPS, il servizio postale degli Stati Uniti, un’azienda con altissimi standard qualitativi oltre che evidentemente quantitativi, attua un’analoga politica a quella di PosteBollo.

Il servizio eStamp si occupa di assistere solo utenti Windows 98/2k/ME/XP o NT 4, non molto consolante leggere a piè di pagina: “per gli utenti Mac: il nostro software non funziona su questa piattaforma, dovete usare un emulatore Win e noi non offriamo supporto tecnico per il Mac”.

Con l’occasione segnaliamo (puramente per curiosità , ndr) invece il simpatico servizio Smilers di Royal Mail (le prestigiose poste britanniche) che permette di ordinare dei francobolli con le immagini da voi scelte e inviate online, ottenendo le affrancature personalizzate dopo pochi giorni, e perfettamente funzionanti ai fini postali.