Premio Wired: un successo tutto per Steve Jobs

di |
logomacitynet696wide

Il Ceo di Apple vince uno degli Wired Rave Awards 2004 nella duplice veste di visionario creatore di iTunes e della Pixar che ha messo in scena l’incredibile successo cinematografico di “Alla Ricerca di Nemo”. E sconfigge personaggi del calibro di Linus Torvalds

E’ lui il “rinnegato dell’anno”, secondo la Bibbia dell’era digitale, la rivista americana Wired che è nata ed ha tuttora il suo quartier generale a San Francisco. Steve Jobs, il visionario, l’uomo sempre un passo avanti agli altri.

Durante il crollo della new economy, tra la fine del 2000 e l’inizio del 2001, quando non era chiaro a nessuno cosa sarebbe successo, nella Silicon Valley circolava un detto: “Se non sai cosa fare, fai come Steve Jobs: di sicuro non sbagli”.

“Steve Jobs – scrive Wired – all’inizio del 2003 venne accusato dalle major discografiche di promuovere la pirateria musicale con gli iPod e la campagna pubblicitaria (uscita prevalentemente negli Usa) “Rip. Mix. Burn.” Ma Jobs è riuscito a convincere le grandi case discografiche che la tecnologia era loro amica. E, ad aprile di quell’anno, ha lanciato con il supporto delle cinque grandi major del settore l’iTunes Music Store”

“Dall’altra parte della Baia di San Francisco – continua Wired – Pixar sta andando anche meglio. “Alla Ricerca di Nemo” – il film animato più visto e il Dvd più venduto della storia – ha raccolto 850 milioni di dollari al box office. Questo successo ha fatto chiedere a Jobs quale offerta il suo distributore, la Walt Disney, avrebbe mai potuto mettere sul tavolo. […] Con due film in produzione e il divorzio dalla casa di Topolino, Steve Jobs è diventato l’uomo più popolare di Hollywood”.

Il successo del Ceo di Apple e Pixar viene colto da Wired nel suo premio più particolare e – sicuramente – più lusinghiero per Steve Jobs. Insieme a lui sono stati premiati una dozzina di altri personaggi non solo del mondo della tecnologia in categorie molti differenti:
dal Peter Jackson regista della trilogia del Signore degli Anelli al musicista ed artista David Byrne, che sta utilizzando PowerPoint come forma d’arte, fino a Bram Cohen, il creatore del rivoluzionario programma Peer-2-Peer BitTorrent.