Prima applicazione per iPhone

di |
logomacitynet696wide

Gli hackers sono riusciti ad accedere al sistema operativo di iPhone e a creare un’applicazione che prescinde da Safari e dalla tecnologia Web 2.0. Per ora è solo un piccolo programma che mostra una scritta “Ciao a tutti”, ma potrebbe essere il capostipite di una rivoluzione per le terze parti e per gli utenti. Salvo contromisure di Apple.

Gli hacker sembrano essere riusciti a capire come far girare applicazioni su iPhone. La prova che qualche cosa si è mosso e probabilmente si muoverà  ancora di più nel corso delle prossime settimane è l’€™annuncio del rilascio di una applicazione ‘€œHello Word’€, ovvero di un semplice programma che una volta cliccato mostra le parole ‘€œHello Word’€ (letteralmente ‘€œciao a tutti’€) sullo schermo di iPhone.

Nonostante si tratti un programma senza alcuna utilità , quel che conta è che per farlo girare si deve essere in grado di compilare l’€™applicazione e farla eseguire dal sistema. Che seguano programmi più complessi a questo punto, a meno di contromisure prese da Apple, è solo questione di tempo.

‘€œHello Word’€ per iPhone, spiegano gli hackers che lavorano in iPHone Dev Wiki, è stato creato grazie ad un progetto speciale destinato proprio a dare vita ai tool necessari per sviluppare applicazioni per iPhone.

Come noto Apple non ha dato accesso a questa possibilità  limitandosi ad aprire il telefono alle applicazioni Web 2.0 che vengono eseguite mediante Safari.

Il gruppo di iPhone Web Wiki sta lavorando alacremente anche per sbloccare il cellulare e rendere disponibile il suo utilizzo su tutti i network, ma fino ad oggi i successi sono stati limitati. Si può usare iPhone con una ricaricabile (e quindi senza abbonamento biennale) ma solo usando una Sim di At&t. Il fatto però che sia stata creata un’€™applicazione per il telefono potrebbe dare una spinta anche agli sforzi per lo sblocco definitivo del telefono.