Primi “cloni” Mac su Internet

di |
logomacitynet696wide

Apple minaccia querele e pugno di ferro contro chi “tarocca” Mac OS X per portarlo su computer Intel non autorizzati. Ma a quanto pare in oriente qualcuno ci prova ugualmente. E in grande stile.

Apple è stata chiara: ‘€œmodificare Mac OS X per installarlo su un PC è un atto di vera e propria pirateria informatica; perseguiremmo chiunque lo fa’€. Un messaggio diretto e molto esplicito che dovrebbe dissuadere, se non gli hobbysti, almeno i (presunti) professionisti dal farsi venire qualche idea ‘€œparticolare’€. I realtà  navigando in Internet, pare di capire che la severità  di Apple non è andata a segno.

Facendo click qui, ad esempio, si può apprendere che un non meglio identificato ‘€œRed PCs’€ offre un altrettanto non meglio precisato ‘€œPowerMac G6 Macintosh’€ dotato di Mac OS X.

Che cosa, in pratica, questo significhi è intuibile leggendo le specifiche che parlano di un processore Intel Pentium 4, ovvero quel processore che qualche hacker ha usato per ‘€œtestare’€ il Mac OS X su processori Intel.

Il prezzo di questo presunto Mac è decisamente allettante: 499$. Red PCs ne dovrà  vendere parecchi, sperando di arrivare all’€™incasso prima che qualcuno a Cupertino, nel tempo libero, decida di fare una ricerca su Internet.

Grazie della segnalazione a Giuseppe Levi