Processori troppo lenti, causa contro Transmeta

di |
logomacitynet696wide

I processori di Transmeta sono troppo lenti e non consumano così poco come dicono e così gli investitori nel titolo sono stati danneggiati. Causa di uno studio legale.

Dopo qualche guaio a Wall Street, dove il titolo è calato precipitosamente dopo l’annuncio di profitti più bassi del previsto, e dopo le delusioni subite da alcuni OEM che hanno cancellato i loro ordini, per Transmeta arrivano anche guai giudiziari.Uno studio legale ha infatti intentato una causa contro la società  che produce microprocessori sostenendo che alcune delle dichiarazioni sulle prestazioni dei suoi chip sono false. La “pubblicità  illegale” riguarderebbe, in particolare le prestazioni di Crusoe che secondo Transmeta sarebbe capace di alte prestazioni e bassi consumi. “Al contrario di quanto sostenuto al momento del debutto in borsa – dice lo studio legale Milberg Weiss – i processori Crusoe sono capaci di prestazioni significative solo a scapito dei consumi”. Poichè i chip di Transmeta non sono capaci di “significative prestazioni” a fronte di bassi consumi, sostiene la causa, Transmeta è ha mistificato le sue capacità  di imporsi sul mercato.Le possibilità  di successo della causa dipendono, ovviamente, dalla capacità  da parte dei legali di dimostrare che Transmeta ha ingannato i suoi investitori usando impropriamente i termini “significative prestazioni”, frase che secondo Milberg Weiss significa “comparabili con la concorrenza AMD e Intel”Al momento Transmeta non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali al proposito