Psystar, cloni Mac con Snow Leopard

di |
logomacitynet696wide

Dopo aver richiesto il permesso al tribunale di poter acquistare Snow Leopard per installarlo nei Mac-cloni, Psystar non attende il giudice e inizia immediatamente la vendita di PC con il nuovo sistema operativo Apple pre-installato. Nel frattempo Cupertino respinge il nuovo attacco legale del costruttore di cloni.

Senza attendere l’autorizzazione da parte del tribunale della Florida, Psystar propone sul proprio sito Web cloni Mac che possono già  essere acquistati con Snow Leopard pre-installato. Il sistema Open(3) con prezzo di partenza di 599,99 dollari può essere configurato con Snow Leopard in fase di ordinazione pagando 69 dollari in più che includono, oltre a Snow Leopard, anche i pacchetti iLife e iWork. Ricordiamo che solo pochi giorni fa Psystar ha avanzato esplicita richiesta al tribunale della Florida per ottenere il permesso di acquistare il nuovo sistema operativo della Mela presso Apple, Amazon,com e BestBuy per poterlo installare sui Mac-cloni.

Nella pagina del forum di Psystar, lo stesso messaggio che annuncia la disponibilità  di cloni con Snow Leopard, avvisa gli utenti di sistemi Psystar precedenti di non procedere con l’aggiornamento a Snow Leopard. Il costruttore che ha sfidato Apple infatti spiega che i propri tecnici stanno ancora studiando la fattibilità  dell’upgrade al nuovo OS. Gli utenti che procedono da soli all’aggiornamento di un Mac clone da Leopard a Snow Leopard potrebbero arrecare problemi al computer e perdere i propri dati personali. Psystar precisa inoltre che la possibilità  di aggiornare un Mac-clone precedente dipende dall’anzianità  della macchina e che l’operazione potrebbe presentare costi di diverso ammontare. Insomma il minor prezzo pagato per acquistare un Mac-clone si traduce così in una macchina difficilmente aggiornabile e in ultima analisi in un pessimo investimento.

Nel frattempo i legali di Apple hanno risposto all’ennesimo attacco da parte di Psystar richiedendo che il tribunale respinga in toto le nuove accuse del costruttore di cloni o che la nuova presa di posizione venga consolidata con quella simile già  respinta da un tribunale della California nel 2008. Il riferimento è all’accusa di violazione dello Sherman and Clayton Acts per il vincolo creato da Apple tra l’hardware Mac e il proprio sistema operativo, accusa respinta dal tribunale della California lo scorso anno per Leopard, e ora sostanzialmente riproposta da Psystar nel tribunale della Florida per Snow Leopard.

Secondo l’interpretazione dei legali di Cupertino, Psystar sta facendo tutto il possibile per guadagnare tempo e ritardare il più possibile la procedura legale, utilizzando diverse tecniche tra cui l’avvio della amministrazione controllata di alcuni mesi fa e con la presentazione di accuse sostanzialmente identiche, e già  giudicate a favore di Apple, in tribunali e stati diversi.