PyMusique torna in azione

di |
logomacitynet696wide

Apple modifica iTunes Music Store per bloccare PyMusique e gli autori del software per acquistare musica senza passare dal client di Apple, aggirano i nuovi sistemi di protezione. Dvd Jon: “Quello che faccio è perfettamente legale”

Apple chiude il buco di sicurezza che permetteva, usando un software denominato PyMusique, di acquistare musica senza usare iTunes e scaricando audio non protetto, e gli autori dell’€™hack modificano il codice e riabilitano il servizio. La battaglia tra Travis Watkins, Cody Brocius e Jon Johansen, dunque continua.

La versione, che si potrebbe definire ‘€œ1.1’€ di Musique, è apparsa ieri accompagnata da un commento di Johansen, noto anche come DVD Jon per essere stato l’€™autore dell’€™hack che ha sconfitto il sistema di protezione dei DVD, che, almeno da quanto si apprende dal suo blog, sarebbe l’€™autore delle modifiche apportate al codice che permettere di decriptare nuovamente le canzoni.

Apple, come già  in occasione del primo annuncio di PyMusique, non ha avanzato alcun commento sull’€™aggiornamento di PyMusique. A questo punto però non è da escludere che oltre che intervenire con una nuova modifica ad iTunes Apple possa prendere provvedimenti a carattere legale, anche se iniziative di questo tipo non sono affatto facili da arginare, danno luogo a lunghe vertenze e hanno esito incerto come ben sa, per lunga esperienza, lo stesso DVD Jon.

L’€™hacker norvegese, infatti, fa professione di sicurezza dichiarando che ‘€œil mio lavoro è perfettamente legale nel mio paese (la Norvegia NDR). Ovviamente so che anche facendo qualche cosa di legale si può incorrere in una denuncia’€. Johansen è stato a lungo al centro di una vertenza giudiziaria che l’€™ha portato in tribunale per due volte in conseguenza del rilascio di DeCSS, l’€™hack per decriptare i DVD, finendo poi assolto da tutte le accuse.

Nonostante a prima vista gli autori del software mostrino una certa spavalderia, il nuovo rilascio di PyMusique ha un approccio più prudente della versione precedente. Tra i provvedimenti presi il rilascio unicamente della versione Linux e la cancellazione del progetto per Windows, una scelta che potrebbe essere stata assunta per limitare i possibili effetti di un’€™azione legale di Apple. Cupertino, infatti, non supporta il sistema operativo open source, mentre ha un client per Windows. Operare unicamente su Linux potrebbe rappresentare un elemento di sostegno alla tesi, avanzata fin dall’€™inizio dagli autori del software, che PyMusque non nasce per scardinare iTunes in sé, quanto per offrire alla comunità  del Pinguino l’€™accesso agli stessi servizi che hanno a disposizione gli utenti Mac e Windows.