Qualche consiglio su Mac OS X da Annabella

di |
logomacitynet696wide

Forse non tutti i nuovi utenti Mac, quelli arrivati al Mac affascinati da X, la conoscono, ma Annabella “Snifffer” e’ una della figure storiche del mondo della mela. Fondatrice di una delle prime mailing list Mac, del primo sito dedicato a freeware e shareware nella nostra lingua, si e’ trasferita da qualche tempo in Nord America e ha trasferito il suo Mac su X.
Ecco alcuni i suoi consigli per ottenere il meglio dal nuovo OS di Apple.

“Il primo consiglio, se conoscete l’inglese e siete in grado di trovarla nelle edicole italiane è quello di acquistare ” Total Os X”: è un numero speciale dedicato a Mac OS X di Macworld USA
Contiene un sacco di materiale utile (almeno per i non super esperti): 2 cd con filmati, OS X visual guide, 250 mb di shareware e altri 300 di demo.

Curato da David Pogue e Tom Negrino e altri famosi giornalisti ed esperti nel mondo Mac, e’ veramente una fonte di informazioni e suggerimenti utilissimi.

Ad esempio un’idea simpatica e’ quella di creare un alias di tutti i file di
System Preferences -si trovano per chi non lo sapesse ancora, in sistema-library-preferencepane- mettere la cartellina nel Dock
e avere cosi’ immediatamente a portata di mano ogni singolo ‘pannello’.
Lo stesso per quanto riguarda le Utilities che invece sono nelle Applicazioni. Cartellina nel dock e tutto immediato, dal terminal al print center, alle altre utility.

Poi ci sono un sacco di scorciatoie: qualcuna l’avevo gia’ letta qui nella lista Snifffer, ma averle a portata di mano non farebbe male.

Nei prossimi giorni mettero’ su Snifffer una pagina dedicata alle piu’
utili. Se me ne vorrete suggerire altre, saranno graditissime.

Qui sotto avete un’anteprina di qualche buona idea.

Ad es. tutti saprete gia’ che per aprire il cassettino dei cd all’avvio
basta tenere cliccato il mouse.

O che per avere accesso alla tastiera completo (tutti i tasti funzionanti)
bisogna cliccare control+F1 (per disattivarli idem)
Dopo di ciò Control+F2 fara’ vedere il menu’ bar, Control+F3 aprira’ il Dock.

Un’altra scorciatoia utile per arrivare immediatamente ad un folder e’ cliccare mela+ tilde oppure in menu’ Finder-Go-Go to folder e selezionare la directory che si vuole usare per aprire la cartella al volo

Opt+mela+F apre la cartella dei Favoriti.

Altra applicazione delle Utilities è Grab: quando si premono i tasti
mela+3 oppure 4 si cattura lo schermo automaticamente (foto di quello che c’e’ in quel momento sul desktop o porzioni di esso)
Cosa gia’ vista in Classic da una vita.
Ma in realta’ e’ Grab che fa tutto e da’ anche la possibilita’ di fare di
piu’ con OS X
Se si lancia Grab e poi si va nel suo menu’ Capture si potra’ scegliere
anche di catturare a tempo, vale a dire cosa ci sara’sul nostro schermo di li’ a 10 sec. e poi ci verra’ chiesta anche conferma del capture e con l’inspector si potra’ vedere la dimensione e decidere salvare. Si puo’ anche usare in TexEdit nel menu’ con Services (offre la possibilita’ di selezionare del testo e di inserirlo direttamente sul file).

Un altro assaggio:
se per disgrazia si finisce in un Kernel panic e non si ha il disco di installer dove c’e’ Disk first aid si puo’ ripartire tenendo cliccato mela + s
Praticamente si avvia come Single-user mode di Unix
Finito di apparire tutto il testo e fermato lo scrolling si puo’ digitare
/sbin/fsck -y
e premere invio
FSCK significa File System Check che praticamente e’ Disk first Aid scritto nel codice di OsX .
Se per caso si ottiene “File system has been modified ” vorra’ dire che ci sono ancora problemi: bisogna farlo di nuovo fino a che non appariono piu’ messaggi, il che vuol dire che il system e’ a posto.
A questo punto bisogna digitare reboot e premere invio

Ovviamente e’ da fare con molta cautela e solo nel caso che ci siano guai e l’impossibilita’ di avere il disco di X.
Ovviamente non sara’ facile ricordarsi cosa fare in in un momento di panico (anche perche’ grazie al cielo si fa poche volte o spero mai).
Conviene quindi stamparsi la procedura e tenerla a portata di mano.”

Un grazie ad Annabella per i suoi consigli. Il nostro ultimo e’ quello di andare a trovarla sul suo sito e sulla sua mailing list partendo da questo link.