RAI: non si butta via niente

di |
logomacitynet696wide

Alla RAI, sempre molto restia a scostarsi dai (presunti) standard industriali compiono mosse coraggiose e vanno verso Mac OS X. O meglio, verso il cestino di Mac OS X…

Terminati i fasti di Panariello, al sabato sera, sta per arrivare Montesano.

Per ora si sa poco del contenuto del suo programma (in onda alle 20,40 o alle 20,55 o oltre, nessuno lo sa, visto l’andazzo), che si chiamerà  “Trash-Non si butta via niente”, ma già  la RAI sta programmando lo spot che annuncia la trasmissione.

Nemmeno sul sito della RAI si trovano riferimenti ma al massimo la versione Real di tale spot da 25 secondi.

A occhio e croce, e per quello che si capisce, potrebbe essere difficile parlare di programma rivoluzionario, anche se un tocco di imprevista innovazione scaturisce dal logo del programma. La Rai, sempre molto allineata ai (presunti) standard industriali, si affida ad un cestino il cui look è molto simile (se non identico) a quello che compare nel dock di Mac OS X.

Opera dello sparuto manipolo di grafici che anche alla Rai sono costretti ad usare il Mac? O di qualche addetto al montaggio che si è trovato per le mani Final Cut Pro?

Chissà …

Quello che personalmente speriamo è che Mac OS X sia capace di estendere il suo fascino oltre le “manovalanze” della televisione statale e oltre l’accattivante grafica del cestino. Magari supportando pieamente il sistema operativo nei vari e futuri servizi interattivi promessi su Internet.