RAM, prezzi in salita

di |
logomacitynet696wide

Il prezzo della RAM va alle stelle: +70% dall’€™inizio dell’€™anno. Il balzo in avanti dovuto i buona parte alla riduzione della produzione da parte dei protagonisti del mercato che stanno convertendo gli impianti al lucroso mercato delle flash.

I costi della RAM sono in crescita. A rilevare l’€™aumento, il più rapido e prepotente da quattro anni a questa parte, sono molte società  che si occupano di analizzare l’€™andamento del mercato.

Le ultime rilevazioni segnalano come il prezzo di un chip per memoria DDR è ora fissato intorno ai 6,50 dollari, una cifra decisamente superiore ai 3,70 di inizio anno. Mediamente l’€™aumento del prezzo della RAM è stato del 70%, una cifra molto significativa ma soprattutto in netto contrasto con le previsioni degli analisti che, addirittura, prevedevano un calo dei prezzi della memoria per il 2004.

A sconvolgere i pronostici sono stati, a giudizio degli osservatori, due fattori convergenti: la difficoltà  avute di alcuni produttori nel passaggio alle nuove tecnologie (da 130 a 110 nanometri) e la transizione che molti di essi stanno attuando ad altri tipi di memorie (come le flash) che consentono di avere profitti più alti. Ciò ha determinato una riduzione della capacità  degli impianti. Ad esempio Samsung, con il 28% del mercato il maggior produttore mondiale di chip per le memorie, ha ridotto l’€™output dei suoi stabilimenti che per l’€™80% si occupavano di sfornare chip DRAM al 60% per destinarne il 35% della produzione a componenti flash. Questo tipo di memorie è oggi molto richiesto, trainato dal successo dei gadget digitali, come le macchine fotografiche, PDA e cellulari intelligenti

Questa situazione, sommata ad un incremento della domanda della RAM stimato nel 18% e frutto della buona salute del mercato dei PC spinta, oltre che dal mercato consumer anche da quello corporate, non lascia prevedere un alleviarsi della pressione sui prezzi. Secondo alcuni analisti, anzi, non solo essi resteranno alti per tutti l’€™anno ma anche per il prossimo anno.