RIM: a settembre il software per gestire i Blackberry da Mac

di |
logomacitynet696wide

RIM annuncia ufficialmente il lancio per settembre del software per la gestione dei Blackberry da Mac. Possibile installare applicazioni, fare backup progressivi, gestire i file multimediali e aggiornare il firmware.

A settembre gli utenti Mac diventeranno cittadini a pieno titolo del popolo dei Blackberry. In quel mese, infatti, sarà  finalmente rilasciata la versione per Mac Os di Blackberry Desktop Software, il programma che consente di gestire tutte le funzioni dei dispositivi di Rim direttamente dalla scrivania del proprio computer. La notizia, diffusa oggi dal blog ufficiale dei dispositivi Blackberry a conferma di quanto anticipato da mesi, è di grande rilevanza: segna, infatti, il momento esatto in cui tutte le potenzialità  degli, indubitabilmente, interessanti dispositivi di Waterloo saranno usufruibili anche dagli utenti della Mela.

Allo stato attuale delle cose l’unica funzione supportata in maniera nativa da RIM per quanto riguarda i Blackberry è la sincronizzazione dei contenuti multimediali (non protetti) di iTunes grazie a Media Sync. Tutto il resto, dai calendari alla gestione degli indirizzi, è affidato a software di terze parti che in qualche caso funziona egregiamente (come per The Missing Sync for Blackberry, testo da Macity) in qualche altro caso (come per il Pocket Mac offerto gratuitamente dalla stessa RIM) un po’ meno; in nessun caso, però, i software di altri sviluppatori esterini a RIM, sono in grado di fare tutto quello che fa il software “ufficiale”.

Con Blackberry Desktop Software, in particolare, sarà  possibile l’installazione e la rimozione delle applicazioni, oggi impossibile. La novità  non è da poco perché in questo momento gli utenti Mac prima di tutto sono obbligati ad usare una connessione “over the air” (ovvero su rete cellulare) per installare i programmi per Blackberry consumando banda e spendendo soldi. In secondo luogo non esiste un sistema di “archiviazione” delle applicazioni, overo per rimuoverle temporaneamente come si fa con le App di iPhone magari per liberare memoria, ma si possono solo cancellare e poi scaricarle di nuovo (sprecando altra banda) se tornano ad essere utili. L’applicativo di RIM consente anche di installare aggiornamenti del firmware, altra funzione “proibita” agli utenti Mac, fare backup programmati e memorizzarli protetti da lettura con cifratura di sicurezza e gestire diversi dispositivi Blackberry contemporaneamente.

Chi è interessato al software RIM per Mac può chiedere di essere avvisato quando il programma sarà  disponibile lasciando il proprio indirizzo email.