Rassegna Stampa, 9 giornali sempre in tasca con iPhone e iPod touch

di |
logomacitynet696wide

Su App Store arriva Rassegna Stampa, un aggregatore che mette insieme per un unico colpo d’occhio 9 tra le principali testate italiane che fanno informazione quotidiana. Ecco la recensione di Macitynet del nuovo programma in vendita su App Store a 1,59 euro.

Chi usa l’iPhone o iPod touch per informarsi e leggere notizie su Internet ha una nuova alternativa. Si tratta di Rassegna Stampa, una applicazione di iCoderz, una realtà  che ha già  raccolto diversi risultati con programmi di intrattenimento come 2009 Awesome Facts Pro, una raccolta (solo in inglese) di fatti incredibili e poco conosciuti.

Rassegna Stampa, che Macity ha testato per qualche ora non appena rilasciato su App Store, è di fatto una collezione di indirizzi Internet di giornali (9 per la precisione) che hanno un sito compilato per iPhone. In questo senso svolge il compito di raggruppare con una interfaccia ad hoc gli URL, presentandoli in un pannello che ci permette di navigare tra di essi. Il sistema è comodo perché ci consente di non ricorrere ai preferiti di Safari e di avere subito sottomano alcune delle principali testate italiane: Gazzetta dello Sport, La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Giornale, La Repubblica, Ansa, Corriere della Sera, Il Messaggero e Leggo.

Ciascuna testata può essere contrassegnata come preferita semplicemente tenendo il dito su di essa nell’apposito pannello. A quel punto apparirà  una stella che ci confermerà  la nostra scelta e ad ogni avvio di Rassegna Stampa sarà  quel giornale ad apparire per primo.

Nella parte bassa dello schermo una barra ci consente di passare tra una notizia e un’altra e di rilanciare il pannello di controllo delle varie testate. Da notare che la barra scompare e appare scuotendo iPhone.

Rassegna Stampa presenta le notizie nella stessa identica maniera in cui le vedremmo su Safari. Nulla di rivoluzionario, dunque, sotto questo profilo. In ogni caso si tratta di un utile programma che velocizza la lettura e fornisce un punto di accesso unico ad un lotto importante di testate giornalistiche italiane.

Peccato per alcuni difetti (probabilmente) di gioventù che ne limitano in qualche modo la fruibilità . Le frecce di navigazione, ad esempio, faticano a funzionare rispondendo pigramente al tocco, il che rende un po’ frustrante viaggiare e nella nostra “storia” di lettura. E a questo proposito abbiamo notato anche una certa lentezza nella navigazione tra testate; in particolare l’interfaccia è un po’ “scattosa”, ma questo è possibile che dipenda in parte dalla velocità  della connessione sul fronte server e in parte da come sono state codificate alcune pagine e dai loro contenuti. Infine vale la pena di segnalare che in questa prima versione il link verso “Il Giornale” non funziona, mostrando un errore di feed RSS. Presumbile che il bug sia corretto con un aggiornamento che dovrebbe arrivare, a questo punto, a breve. Infine in qualche occasione abbiamo notato che il pannello “In caricamento” che indica che si sta caricando una pagina, non scompare; questo accade quando si è lanciato l’accesso ad una testata e questa non ha finito di caricare interamente il codice e si passa ad una differente testata.

Complessivamente, dunque, un programma che possiamo consigliare ai “drogati” dell’informazione, coloro che, ad esempio, sull’autobus mentre vanno al lavoro vogliono dare uno sguardo rapido a tutte le principali testate giornalistiche o a chi nelle pause dal lavoro vuole leggersi qualche notizia senza ricorrere al computer. Sarebbe però auspicabile un lavoro di personalizzazione maggiore, con l’aggiunta di altre testate giornalistiche italiane e opzioni di personalizzazione maggiori; ad esempio la possibilità  di creare mini-gruppi per avere sottomano più di una testata in un solo colpo. Oltre a questo sarebbe opportuna una “ripulita” del codice per fare fronte ad alcuni problemi non troppo scusabili per un’applicazione che viene offerta a pagamento.

In vendita su App Store a 1,59 euro