RealNetworks: ‘€œMicrosoft abusa del suo potere’€

di |
logomacitynet696wide

Continua il processo contro Microsoft. Nel corso della giornata di ieri tra le testimonianze anche quella di RealNetworks: ‘€œCi hanno impedito di far funzionare al meglio il nostro player sul Windows’€

Microsoft ha tentato di escludere Real dal mercato Windows. L’accusa, attesa, è puntualmente arrivata e a farsene portavoce è stato il vicepresidente di RealNetworks, David Richards in una testimonianza scritta e presentata alla giudice Kollar-Kotelly.

Secondo le parole di Richards, portate a suffragio delle tesi degli stati dissenzienti che chiedono pene più severe per Microsoft rispetto a quelle che le verrebbero comminate dall’accordo con il DOJ, Microsof avrebbe impedito a Real pieno accesso a dati tecnici che avrebbero consentito un funzionamento fluido del suo player su Windows.

Il risultato è che Real non è stata in grado di far girare i suoi prodotti tanto bene quanto quelli di Microsoft. Secondo Richards si sarebbe trattato di una precisa strategia volta ad impedire la piena concorrenza di RealPlayer con Windows Media Player.
A verbale non sono invece finite altre testimonianze sempre di Richards in base alle quali Microsoft avrebbe forzato alcuni produttori di PC a cancellare accordi con Real. Kollar-Kotelly ha accettato la tesi di Microsoft secondo cui la documentazione in oggetto era estranea al merito e alla questione del procedimento legale.

Tra gli altri è stata esclusa una e-mail di Gateway dalla quale si apprendeva che la società , una delle maggiori al mondo, temeva di essere letteralmente “fatta fuori” da Microsoft se avesse siglato un contratto con Real.

Buona parte della testimonianza, però, è rimasta nella documentazione del processo. Tra queste il colloquio avuto tra Allachin di Microsoft e RealNetworks in cui il vice presidente di Redmond informava i vertici della società  avversaria che Windows Media Player avrebbe fatto parte integrante di Window e che quindi RealNetwoks diventava un concorrente sul mercato. ‘€œNon penso che ci siano dubbi sul fatto che Microsoft continua a mantenere un atteggiamento restrittivo nei confronti della distribuzione, promozione e interoperabilità  di Real con il sistema operativo Windows’€
Richard Pepperman, avvocato di Redmond, ha accusato RealNetworks di vittimismo visto che 49 dei 50 principali siti che trasmettono video su Internet usano Real

Oltre alle dichiarazioni di Richard anche quelle di Peter Askin, ex dirigente di Gateway, hanno messo l’€™accento sul perdurare dell’€™utilizzo del suo potere dominante da parte di Microsoft. Secondo Askin ancora oggi Microsoft usa sistemi punitivi e contratti capestro per rafforzare il suo monopolio nei sistemi operativi.

Ricordiamo che il giudice Jackson, che condusse la prima parte del processo, stabilitì che Gateway, uno dei maggiori produttori di harware negli USA, pagava i prodotti Microsoft più di altri concorrenti, compresi alcuni che avevano un volume di acquisto minore.