Rim, con Pearl scommessa azzeccata

di |
logomacitynet696wide

Rim presenta un bilancio trimestrale largamente superiore alle previsioni. Successo della strategia che, con il nuovo Blackberry Pearl, mira a portare fuori dall’ambito professionale la posta elettronica mobile. Buone notizie anche per Apple?

L’ingresso sul mercato consumer sta producendo importanti conquiste di mercato e di profitti per Rim. A certificare il successo della strategia che, grazie al lancio di Pearl, un cellulare per posta mobile dotato di macchina fotografica e player multimediale, ha esportato le funzioni dei dispositivi Blackberry al di fuori del mercato professionale, è il bilancio trimestrale.

Secondo i dati diffusi dalla società  canadese nel corso del terzo quarto fiscale la base di abbonati ai suoi servizi è cresciuta di ben 875.000 unità , un numero decisamente superiore alle previsioni, giudicate già  ottimistiche, di 850mila previste da qualche analista qualche settimana fa e degli 800mila ipotizzati a settembre. Il merito dell’importante crescita sarebbe, come accennato, di Pearl, e della crescita della domanda per la posta mobile che non è più, evidentemente, una esigenza dei professionisti e dei manager, ma anche del pubblico che fa un uso personale dei cellulari.

Il Ceo di Rim, Jim Balsillie, ha definito il lancio di Pearl come “l’evento di maggior successo nell’ambito dell’introduzione di nuovi dispositivi Blackberry. La nostra intenzione era quella di aprire nuovi mercati e questo è esattamente quello che è avvenuto”

Attualmente Rim ha circa 7 milioni di abbonati al suo servizio per la posta elettronica, un numero molto rilevante che ha toccato questa soglia soprattutto grazie al fatto che in passato non esistevano alternative ai Blackberry per chi desiderava un sistema per la posta mobile su rete cellulare. Con l’arrivo nell’arena di potenti avversari quali Nokia, Sony Ericsson, Motorola e Samsung, che hanno tutti lanciato dispositivi dotati di capacità  email, gli analisti pensavano che la corsa di Blackberry si sarebbe fermata, il che non evidentemente avvenuto. Ora Rim ipotizza che nel corso del quarto trimestre fiscale la sua base di abbonati possa crescere di altri 950/970mila unità .

Il successo di Pearl rafforza l’ipotesi che chi intende conquistare il mercato con un cellulare moderno e al pari delle attese senza fare i conti con la saturazione delle nicchia che interessa la fascia entry level, deve proprio guardare alle funzioni di posta mobile. Nell’elenco delle società  interessate a prodotti di questo tipo c’è, come noto, anche Apple.

Secondo alcune fonti il cellulare con iTunes verrebbe infatti prodotto in due diversi modelli, uno entry level con semplice funzione in voce e player multimediale, e uno con tastierino alfanumerico e display maggiorato, il che lascerebbe pensare a funzioni di posta elettronica avanzate, del tutto simili a quelle di un Blackberry.