SCO, prima sconfitta

di |
logomacitynet696wide

Mentre SCo continua a fare la voce grossa negli USA, in Germania arriva la prima sconfitta. Un gruppo di sviluppatori Linux ottiene la chiusura del sito dei detentori dei diritti di Unix.

Prima piccola, ma significativa, sconfitta per SCO, detentrice dei diritti del sistema operativo Unix. La società  americana, assurta agli onori della cronaca per la causa intentata contro IBM, accusata di avere distribuito il codice Unix al mondo Linux, è stata infatti costretta a chiudere il suo sito tedesco.

Alla base della decisione un esposto presentato ad un tribunale della Repubblica Federale da LinuxTag. L’associazione, che raggruppa un vasto gruppo di sviluppatori Linux, aveva infatti chiesto che SCO presentasse prove chiare ed inequivocabili delle sue accuse, in caso contrario avrebbe a sua volta portato in tribunale SCO per i danni ingiustificati indotti al business del mondo open source.

Inizialmente SCO si era limitata a togliere dal suo sito tedesco la lettera inviata a 1500 grandi clienti del mondo Linux nella quale si facevano loro presenti le possibili conseguenze legali derivanti dall’uso di un sistema operativo che utilizzava illegalmente (secondo SCO) parti del codice Unix. Successivamente ha deciso di chiudere in via cautelativa il suo sito, una volta appreso che il giudice aveva emesso un’ordinanza restrittiva “Non sappiamo che cosa ci sia esattamente nella sentenza – ha detto il legale di SCO Ryan Tibbits – ma abbiamo preferito a scopo precauzionale chiudere il sito”

La Germania è probabilmente il paese a maggior penetrazione per Linux. Numerosissime aziende (tra cui Volkswagen e le ferrovie dello stato) utilizzano il sistema operativo open source. Recentemente anche il comune di Monaco ha decisio di adottare Linux per il suo sistema informatico comunale.