Saddam “catturato” con Final Cut Pro

di |
logomacitynet696wide

Sono trapelati pochi particolari della cattura dell’ex dittatore iracheno, ma uno che coinvolge Apple e Sony pare essere confermato.

Nascosto nella “tana del ragno”, Saddam Hussein, ha terminato la sua lunga latitanza scoperto dai curdi o dal contingente alleato.

Le immagini dell’ex dittatore diffuse dal Pentagono ritraevano un Saddam barbuto e spettinato durante l’ispezione medica hanno avuto un enorme impatto su televisioni, giornali e mezzi di informazione.

Quali mezzi tecnologici ci hanno portato tale evento ai nostri occhi?

Le immagini sono state riprese da una leggera, resistente e sensibile alla poca luce telecamera digitale Sony, per la precisione il modello DVCAM DPD150, usata dai reparti di documentazione video dell’esercito statunitense sul campo e il girato poi montato su computer portatili di Apple, sempre on-the-road, grazie all’applicativo professionale per il video editing, Final Cut Pro.

Il New York Times ha ottenuto questo genere d’informazioni dal sergente Wesley Wooten, un cosiddetto combat-cameraman, che ha aggiunto: “non è certo una Betacam, ma è quanto di meglio disponibile immediatamente dopo, per quel che mi riguarda”, a proposito di tale videocamera.

La telecamera può registrare fotografie digitali in formato Jpeg su Memory Stick.