Samsung in Australia prova a bloccare l’azione legale di Apple

di |
logomacitynet696wide

Samsung accelera e spinge per cercare di sbloccare il vincolo che gli impedisce in Australia di vendere il Galaxy Tab 10.1. Obiettivo: consentire la commercializzazione per il periodo dello shopping natalizio.

Samsung spera di vincere in appello e prima di Natale l’ingiunzione che gli impedisce di vendere tablet in Australia, annullando il provvedimento con cui il giudice della Corte Federale Annabelle Bennett il 13 ottobre ha bloccato le vendite del Galaxy Tab 10.1 in attesa che siano risolte alcune controversie con Apple relativamente ad alcuni brevetti. Per Neil Young, difensore di Samsung, il  magistrato non ha tenuto conto delle «tremende conseguenze» che ricadono sul suo cliente.

Con l’ormai imminente periodo dello shopping natalizio, l’assenza negli scaffali significherebbe la “morte” del prodotto Samsung, come ha evidenziato l’avvocato Young nel corso dell’audizione del 4 ottobre, esortando il panel di tre giudici della Federal Court of Australia a rivedere le rivendicazioni di Apple, annullare il divieto di vendita per errori di valutazioni della Bennet. Diversa opinione per Stephen Burley, legale di Apple: “La Bennet non ha fatto alcun errore di valutazione” confermando ai giudici il perdurare della richiesta d’ingiunzione. 

Samsung, lo ricordiamo, ha controdenunciato la casa di Cupertino, sostenendo che l’iPhone e l’iPad 2 violino alcuni brevetti concernenti le trasmissioni wireless. Per la casa di Cupertino è invece il tablet di Samsung a violare almeno tre brevetti.

La causa in Australia, lo ricordiamo, è una delle tante battaglie legali in corso tra Apple e Samsung in vari paesi del mondo. La casa di Cupertino accusa il produttore coreano di copiare pedissequamente il design di iPhone e iPad.

[A cura di Mauro Notarianni]