Samsung, memorie più veloci per smartphone e tablet

di |
logomacitynet696wide

Samsung ha sviluppato una versione più veloce di alcune memorie a basso consumo e queste potrebbero essere utilizzate per velocizzare futuri smartphone e tablet. Le memorie 4-gigabit (Gb) LPDDR2 DRAM sono in grado di trasferire i dati con velocità fino a 1066 megabit per secondo (Mbps), che è la stessa velocità di molte delle più veloci memorie utilizzate in alcuni PC.

Samsung ha sviluppato una versione più veloce di alcune memorie a basso consumo e queste potrebbero essere utilizzate per velocizzare futuri smartphone e tablet. Le memorie 4-gigabit (Gb) LPDDR2 DRAM sono in grado di trasferire i dati con velocità fino a 1066 megabit per secondo (Mbps), che è la stessa velocità delle più veloci memorie utilizzate in alcuni PC.

 Per Jun-Young Jeon, vice presidente del memory product planning team, i tablet stanno dando un grande impulso al mercato dei dispositivi mobile. Vi è una crescente domanda di memorie più veloci man mano soprattutto ora che i dispositivi mobili sono in grado di gestire applicazioni che richiedono la manipolazione di grandi quantità di dati, come ad esempio i software per l’elaborazione video. Avere memorie più veloci significa anche avere apparecchi che si avviano rapidamente ed eseguono velocemente processi in background e applicazioni.

Le memorie 4Gb LPDDR2 DRAM saranno realizzate con un processo di fabbricazione a 30 nanometri e offriranno il doppio delle performance della DRAM mobile utilizzata negli attuali smartphone i quali trasferiscono i dati con velocità tra i 333Mbps e i 400Mbps. 

La società sta lavorando di concerto con varie industrie del settore e comincerà a spedire i primi campioni da 8 Gb LPDDR2 DRAM (package con due chip da 4Gb) e altri ancora da 1GB. Per Jun-Young Jeon, 8GB di memoria RAM, sarà entro il prossimo anno considerato la quantità di riferimento standard nel mercato mobile. 

All’inizio di quest’anno, Samsung aveva già sviluppato un chip da 2 Gb DRAM LPDDR2 utilizzando un vecchio processo produttivo; sfruttando quattro moduli in stacking l’azienda è riuscita a produrre anche varianti di memorie fino a 8Gb.

[A cura di Mauro Notarianni]