Sarà  iCloud il nome dei nuovi servizi cloud di Apple?

di |
logomacitynet696wide

Apple avrebbe già acquistato il dominio iCloud: sarebbe questo dunque il possibile nome per i nuovi servizi di memorizzazione online che Cupertino ha in preparazione ormai da diversi mesi. Nulla di ufficiale per ora: le voci di acquisto riferiscono di un pagamento di 4,5milioni di dollari ma il registro del dominio riporta per il momento ancora il nome del proprietario precedente Xcerion.

I nuovi servizi online e cloud che secondo le indiscrezioni Apple ha in cantiere da mesi potrebbero chiamarsi ed essere lanciati con il nome commerciale iCloud. Il nome senza alcun dubbio rispecchia al 100% le scelte e la filosofia di Apple osservati fino ad oggi non solo per i suoi dispositivi più di successo, ma anche per i principali software che compongono la suite di produttività e vita digitale iLife. Per il momento però non si hanno notizie ufficiali ma solo voci vicine a Xcerion, società svedese proprietaria del dominio che avrebbe ceduto il nome ad Apple per una somma nell’ordine dei 4,5milioni di dollari

Nel registro dei domini Internet WhoisiCloud risulta ancora di proprietà Xcerion ma digitando l’indirizzo Internet www.icloud.com nel browser i navigatori del web vengono immediatamente re-indirizzati alla pagina cloudme.com. Xcerion ha di fatto modificato il nome del proprio servizio di storage online, un altro indizio che sembrerebbe confermare l’avvenuta transizione con la Mela.

Ricordiamo che ormai da mesi, ormai oltre un anno in Rete si rincorrono voci e scoop che vedono Cupertino al lavoro per fornire un nuovo servizio di storage online per conservare la musica ma probabilmente anche gli altri dati, foto e video, degli utenti. Il tutto con funzioni di accesso e riproduzione possibili su qualsiasi dispositivo. iCloud potrebbe essere così il nome commerciale di questo nuovo servizio che andrà ad espandere le funzioni non solo di MobileMe e di iDisk ma anche di iTunes.