Se il Mac è costato troppo caro, posso restituirlo?

di |
logomacitynet696wide

Si nota un’importante postilla nel regole contrattuali di Apple USA: entro dieci giorni da un ordine se il Mac viene ribassato si può ottenere lo sconto. In Italia possiamo paragonarlo al diritto di recesso?

Il contratto di vendita USA di Apple porta una piacevole sorpresa per tutti i clienti che hanno ordinato prodotti poco prima di un ribasso del prezzo di listino.

Immaginate di aver ordinato all’AppleStore il 27 gennaio un PowerMac con doppio G4 @ 1,25 GHz dovendo pagare 4.318,80 euro IVA compresa e vedere 24 ore dopo che lo stesso modello (più o meno, anzi meglio) risultava a listino a 2.518,80 euro IVA compresa.
Uno smacco da poco meno di 2.000 euro dispiacerebbe un po’ a tutti.
Una altro esempio potrebbere essere la drastica riduzione di prezzo dell’Apple Cinema Display da 23 pollici.

Ragionevolmente Apple, nelle sue “policy” statunitensi di vendita, scrive: “entro i dieci giorni precedenti ad una riduzione del prezzo di vendita, chi ha ordinato lo stesso prodotto, può contattare Apple per richiedere un rimborso o un credito sul prossimo acquisto”.

Analizzando le condizioni di vendita dell’,AppleStore Italia non troviamo alcun cenno diretto legato al prezzo per questa possibilità  di rimborso ma probabilmente, nel caso di merci ordinate per corrispondenza si può attivare il diritto di recesso che permette di restituire il prodotto entro 10 giorni come descritto al punto 7 del documento.

Ci piacerebbe conoscere l’esperienza diretta dei nostri lettori al riguardo.
Scriveteci.