Seashore: l’editor d’immagini freeware che supporta GIMP

di |
logomacitynet696wide

Seashore è un’applicazione Cocoa che consente un editing avanzato delle immagini su Mac Os X: supporta i layer e l’alpha channel in modo molto intuitivo ed è ulteriormente potenziabile grazie ad appositi Plugin. In più, è completamente gratuita.

L’applicazione vanta il supporto nativo ai file .xcf di GIMP. Basta il drag ‘n drop e il file è importato sulla tavolozza. Facile e intuitivo. Funziona anche con i formati TIFF, PNG, JPEG e JP2000, che possono essere agilmente modificati. Diversamente, i file BMP, PICT, PDF, XBM e GIF possono essere solo aperti.

Una volta importata l’immagine – o prodotto un disegno – Seashore si comporta in modo diverso da ToyViewer: il supporto dei livelli rende questa applicazione un ausilio prezioso quando si vogliano realizzare effetti particolari di merging. Ne sono previsti più di 20. Ovviamente, la gestione delle trasparenze consente di selezionare ciascun oggetto sulla tavolozza e configurare la trasparenza voluta. C’è, ovviamente molto altro: anti-alias, pennelli, gradienti, texture, colosync, filtri plugin. Da notare la presenza di una guida utente decisamente chiara ed esaustiva. Insomma, un vero gioiellino. Unico neo – per quanto ci riguarda – la gestione non intuitiva delle operazioni più comuni: una su tutte, l’effetto “scala” che è possibile effettuare solo da un’apposita finestra di dialogo piuttosto che dalle maniglie presenti ormai in quasi tutte le applicazioni grafiche. Mancano insomma, quelle comode scorciatoie – anche da tastiera – che sono sempre utili quando si vuole realizzare un lavoro in tempi brevi. Seashore richiede Mac Os X 10.3 o successivo. Una versione Universal Binary è disponibile sul sito del produttore.

Caratteristiche:
– visualizzazione e modifica di file xcf, TIFF, PNG, JPEG e JP2000
– layers
– trasparenze
– pennelli
– textures
– scalatura immagini
– rotazione, ritaglio

Seashore

[A cura di Fabio Bertoglio]