Sendo querela Orange

di |
logomacitynet696wide

Non si esaurisce la querelle sul telefono intelligente con PocketPC di Sendo. Ora la casa britannica querela anche Orange. “Il loro SPV copia i nostri brevetti”. E di mezzo ci finisce di nuovo anche Microsoft.

Sendo non molla. Dopo le accuse a Microsoft parte anche una querela anche per Orange. Il produttore di telefoni intelligenti ha deciso di portare in tribunale la società  di telefonia anglofrancese con l’accusa di avere usurpato alcune tecnologie protette da copyright.

La vicenda affonda le sue radici indietro nel tempo di qualche mese, per la precisione allo scorso autunno quando la stessa Sendo aveva cancellato un accordo con Microsoft per la produzione di un cellulare basato su PocketPC sostenendo che Redmond faceva una sorta di doppio gioco. Da una parte, infatti, sfruttava il know how tecnologico di Sendo e dall’altra commissionava, in segreto, un prodotto del tutto simile ad una società  Taiwanese.

Il frutto del contenzioso è stata una querela indirizzata da Sendo a Microsoft e minacce nei confronti delle società  che stavano lavorando per Microsoft stessa. Tra queste anche la taiwanese High Tech Computer che stava producendo il primo cellulare intelligente, denominato SPV, per il carrier telefonico Orange

La querela di Sendo per ora interessa solo l’Inghilterra perchè il circuito che sarebbe stato copiato ha ottenuto il brevetto solo in quel paese. Ma Sendo ha fatto richiesta di brevetto anche in altre nazioni per cui è probabile che non appena avrà  ottenuto la documentazione necessaria cercherà  di bloccare la produzione e la commercializzazione del telefono di High Tech Computer in tutto il mondo.