Sherlock 3 sarà  localizzato?

di |
logomacitynet696wide

Dall’€™Inghilterra rimbalza una voce: Sherlock 3, il nuovo motore di ricerca, uno dei fiori dell’€™occhiello di Jaguar, sarà  localizzato nei contenuti e nelle funzionalità .

Apple localizzerà  il nuovo e migliorato Sherlock, in arrivo con Mac OS X 10.2. L’€™annuncio arriva dall’€™Inghilterra, dove ne dà  notizia il sito MacWorld UK.

Secondo le informazioni raccolte dal giornale, Apple starebbe infatti preparando una versione adeguata al mercato locale del nuovo Sherlock. Questo non significa una traduzione in varie lingue dei menù e dei messaggi d’€™avviso (che detto per inciso per l’€™Inghilterra sarebbero inutili visto che stiamo parlando di un paese che comunque parla inglese), ma dei contenuti che il nuovo Sherlock fornisce.

Come sa chi ha assistito alla demo di Mac OS X 10.2 presentata da Jobs al Macworld, il motore di ricerca nella sua futura implementazione sarà  in grado di fare molto altro che attuare ricerche in locale e in remoto. Sarà  piuttosto un sistema che fornisce servizi di informazione su Internet, permettendo ricerche complesse scandagliando elenchi telefonici, ricostruendo mappe di località , presentando la programmazione cinematografica. La versione di Sherlock illustrata da Jobs è di fatto un buon sostituto, ma con un tocco di superiore flessibilità , di un browser internet.

Il timore dei molti giornalisti presenti al keynote, tra cui anche chi scrive, è che come è accaduto in passato per alcuni servizi, Apple avesse operato con in mente unicamente il mercato americano, escludendo quello europeo. Timori che dovrebbero essere fugati se le affermazioni di Macworld UK che, citando fonti interne ad Apple, sostiene che in Inghilterra si è già  al lavoro per la localizzazione dei contenuti.

Al momento non siamo in grado di dire con certezza se la localizzazione è prevista anche al di fuori dell’€™Inghilterra, ma poiché da tempo ormai le operazioni europee sono consolidate in strategie comuni è ragionevole pensare che sarà  così e che anche gli Italiani saranno in grado di usare Internet per cercare indirizzi di abbonati del telefono, mappe di città  e programmazione cinematografica.