“Silenziosamente” eliminato il supporto ZFS da Snow Leopard Server?

di |
logomacitynet696wide

Moltissime nuove funzionalità  nella versione Server di Snow Leopard ma anche una clamorosa assenza: il supporto ZFS. Il supporto all’innovativo file system vantato nelle precedenti comunicazioni sembra essere svanito, sparito, frullato via.

Tante nuove caratteristiche nella futura versione Server di Snow Leopard ma anche una clamorosa assenza: il supporto ZFS. Il supporto all’innovativo file system, sfoggiato nei precedenti comunicati sembra, infatti, essere svanito, sparito, frullato via.

Sulla nuova pagina web ufficiale del sito Apple che riassume le caratteristiche del nuovo sistema operativo server non sembra esserci menzione del file system. In precedenza,invece, un piccolo paragrafo indicava il vantaggio di ZFS “per i deployment di server business-critical” indicando chiaramente il supporto in lettura e scrittura per il file system ZFS a 128 bit, specificando che esso consentiva funzionalità  avanzate come “storage pool, ridondanza dei dati, correzione automatica degli errori, espansione dinamica del volume e snapshot”.

La decisione di Apple ricorda un po’ quella di qualche tempo addietro di Microsoft, la quale, all’ultimo momento decise di non includere il supporto al filesystem WinFS al rilascio di Windows Vista e Windows server. I filesystem odierni più noti per Mac e PC (HFS+ e NTFS) hanno ormai oltre dieci anni di vita e presentano varie limitazioni, tutte superabili dall’adozione di ZFS

La mancata adozione di questo file system evidentemente è causata da troppe incompatibilità , non risolvibili nei tempi di rilascio previsti per la versione server del sistema operativo. Uno dei limiti più noti del file system ZFS è l’impossibilità  di essere utilizzato per avviare i sistemi operativi.
[A cura di Mauro Notarianni]