SilverLight 5, in arrivo accelerazione hardware e controllo remoto

di |
logomacitynet696wide

Microsoft ha annunciato alcune nuove caratteristiche che, presumibilmente, saranno incluse nella futura versione del runtime cross-platform e ambiente di sviluppo SilverLight 5: supporto per il decoding di video H.264 HD via hardware, routine per il controllo remoto, gestione DRM, supporto stampe vettoriali PostScript. Una prima beta dovrebbe arrivare nel secondo trimestre del 2011 e la versione finale prima della fine del prossimo anno.

Nel corso di un evento denominato “Silverlight Firestarter”, Microsoft ha annunciato alcune nuove caratteristiche che, presumibilmente, saranno incluse nella futura versione del runtime cross-platform e ambiente di sviluppo SilverLight 5. La notizia è interessante, soprattutto in virtù delle recenti voci secondo le quali Microsoft guarderebbe con sempre maggiore interesse la tecnologia HTML5.

 La casa di Redmond ha mostrato 40 nuove caratteristiche tra le quali spicca il decoding video hardware che consente la decodifica di video H.264 HD anche nei dispositivi con bassa potenza grazie allo sfruttamento della GPU della scheda video. Molto interessante è anche il supporto per il controllo remoto e routine per la gestione dei DRM. Una funzione denominata TrickPlay consente, invece, di riprodurre video a velocità variabile supportando anche comandi quali il fast-forward e rewind (stile videoregistratore).

Nel corso dell’evento Microsoft ha anche annunciato una partnership con Telerik per lo sviluppo di applicazioni per FaceBook che sfruttano componenti Silverlight. Per gli utenti enterprise di sicuro interesse il supporto per la stampa vettoriale PostScript, il supporto OpenType la migliore fluidità dell’interfaccia e la ridotta latenza delle routine di networking (è sfruttato un meccanismo di threading in background).

Non mancano, infine, il supporto per le CPU a 64 bit e routine di accelerazione 3D che sfruttano Api che s’interfacciano alla GPU. Altri miglioramenti riguardano il parser XAML, consentendo di migliorare la velocità di avvio e riproduzione.

[A cura di Mauro Notarianni]