Slate e iPad a confronto in un documento HP

di |
logomacitynet696wide

Una nota interna HP svela nei dettagli le caratteristiche tecniche di Slate: il nuovo tablet del costruttore di PC è confrontato punto per punto con il temibile concorrente iPad. Invece del processore dedicato Apple A4 un Intel Atom da 1,6GHz e al posto di iPhone OS per iPad Windows 7. Batteria di sole 5 ore.

Trapela su Internet una scheda comparativa dettagliata ad uso interno di HP in cui il costruttore di PC confronta il nuovo Slate in dirittura di arrivo con il temibile concorrente iPad di Apple. La nota ad uso interno è stata pubblicata su Internet dal sito Web di Wired e sembra realizzata proprio per evidenziare i punti di forza del nuovo HP Slate rispetto al tablet della Mela, insomma materiale ad uso e consumo interno, con ogni probabilità destinato al personale di vendita.

La nota risulta interessante per molte ragioni: innanzitutto anticipa il prezzo finale di vendita dello Slate: 600 dollari per la versione da 64GB, mentre iPad con la stessa capacità costa 699 dollari, mentre la versione di Slate da 32GB costerà 550 dollari, contro i 599 di iPad. Tra i punti di forza di HP Slate evidenziati nella nota troviamo anche il processore Intel Atom da 1,6GHz contro la CPU dedicata Apple A4 che funziona a “solo” 1 GHz. Qui il confronto sulla carta però diventa difficile perché poco si conosce delle caratteristiche e delle funzioni di A4, mentre i dettagli di Atom (nella versione certo non recentissima Atom Z530 e spesso criticata per le sue prestazioni) battesono noti da tempo.

Il confronto diventa ancora più difficile quando si prende in esame il sistema operativo: mentre la nota segna come punto di vantaggio Windows 7, iPad funziona con una versione ad hoc di iPhone OS per iPad. Il sistema operativo Microsoft non è stato realizzato pensando principalmente ad una interfaccia utente completamente touch, un dettaglio fondamentale che risulterà senza dubbio evidente con una prova diretta dello Slate di HP.

La scheda comparativa interna che confronta HP Slate con iPad elenca poi una serie di caratteristiche e funzioni assenti nel tablet della Mela: un lettore di schede SD integrato, una porta USB, l’uscita HDMI e persino una webcam VGA che un infinito numero di giornalisti più o meno specializzati hanno indicato come una delle mancanze più gravi di iPad. L’elenco è completato da una camera posteriore da 3 megapixel e dall’alloggiamento per la SIM card telefonica standard, e non micro SIM come sarà quella all’interno di iPad con connettività 3G.

Da segnalare la durata della batteria che sarebbe di sole 5 ore, uno svantaggio non da poco al confronto delle 10, mezzora più, mezzora meno, di iPad.

Quello che non emerge dalla tabella comparativa interna HP sono le differenze sull’interfaccia utente e sull’esperienza di utilizzo che almeno per quanto abbiamo potuto speriementare noi di Macitynet sono il punto di forza di iPad. È su questo aspetto che si dovrebbe esprimere il giudizio prima ancora che sulle specifiche hardware su cui sembra puntare tutto il documento interno di HP.

Nell’attesa però comincia ad emergere un forte sospetto: anche nel campo del tablet è molto probabile che vedremo consolidare la posizione di Apple con sistemi sicuramente più chiusi e proprietari ma in grado di offrire una esperienza di utilizzo migliore e più appagante per l’utente. In sostanza è molto plausibile che anche nei tablet possa verificarsi quello che iPhone ha provocato nel settore degli smartphone.