Software, le vendite non decollano più

di |
logomacitynet696wide

Le vendite di software continuano a regredire. ‘€œNessun incremento sostanziale fino al 2008’€, dice una società  di indagine. Ma la svolta potrebbe arrivare dall’€™affitto di applicazioni e servizi on line.

Le vendite di software sono in continuo calo e un svolta significativa non arriverà  almeno sino al 2008. Questa la sconfortante conclusione cui giunge uno studio pubblicato nei giorni scorsi dalla società  d’€™indagine londinese Ovum.

Secondo i dati rilevati sul mercato mondiale nel corso del 2003 il mercato è calato del 5%, nonostante la diminuzione sia inferiore rispetto a quella dell’€™anno precedente, i dati restaranno in negativo anno su anno fino al 2005. ma se si calcola la fluttuazione del dollaro e, soprattutto, l’€™inflazione, il trend resterò negativo almeno fino al 2007.

Ovum comunque invita a non trarre conclusioni affrettate da questi dati perché è in atto una modificazione dello scenario che sta convogliando diverse aziende ad operare nell’€™affitto di servizi e applicazioni on line che inevitabilmente finiranno per sottrarre mercato alle vendite di pacchetti tradizionali.

I cinque principali venditori di software mondiali per profitto nel corso del 2003 sono stati Microsoft (25,9 miliardi di dollari), IBM (13,1 miliardi), Oracle (6,9 miliardi), SAP (6,8 mliardi) e HP (2,6 miliardi)