Sony: PalmSource ci interessa

di |
logomacitynet696wide

Sony acquisterebbe PalmSource e il suo sistema operativo se fosse messo in vendita. “Ci interessa – conferma Nobuyuki Idei, CEO del colosso Giapponese”. Obiettivo, far sbarcare l’Os di Malpitas nel campo dei cellulari

Palm potrebbe essere interessata all’acquisto di PalmSource. Lo ammette la stessa Sony per bocca, nientemeno, che di Nobuyuki Idei, presidente e CEO del colosso giapponese.

Nobuyuki Idei intervistato da Always On Network durante il World Economic Forum di Davos in Svizzera ha infatti affermato che la sua società  è pronta ad acquistare PalmSource se dovesse presentarsene l’occasione. “La licenza per PalmOs ci costa molto – ha detto Nobuyuki Idei – se dovessero vendere PalmSource l’acquisteremmo”

I presupposti da cui parte Idei sono ben precisi e non prescindono idal ruolo di Palm nel campo della telefonia cellulare. “PalmOs è forte dove i cellulari sono deboli, come negli USA – dice il CEO di Sony – in Giappone vorremmo vendere dei palmari convergenti ma il mercato della telefonia è in mano al monopolista DoCoMo ed è difficile trovare varchi perchè controllano ogni aspetto del settore. Ma al mondo c’é una sola DoCoMo e altrove Sony avrebbe delle possibilità  di fare qualche cosa”

Tra le prospettive anche la semplificazione, con la scelta di uno dei due sistemi operativi che Palm utilizza nei suoi dispositivi da tasca, cellulari e PDA. “Se mi chiedete perchè usiamo Symbian nei cellulari e PalmOs nei palmari – ha detto ridendo Idei – risponderei che non lo so. Forse una soluzione unica sarebbe più apprezzabile. Potremmo acquistare una delle due tra Symbian e Palm. In questa prospettiva PalmOs sta diventando sempre più completo, solo che ora Palm chiede molti soldi per il suo sistema operativo. Per questo se dovessero venderlo sarebbe per noi interessante acquistarlo”

L’interesse di Sony per Palm non è cosa degli ultimi giorni. Ricordiamo che ancor prima di Palm stessa, Sony, montava già  il PalmOS 5 in alcuni dei suoi modelli Clié e che il colosso giapponese già  oggi possiede il 6% di PalmSource grazie ad un investimento di 20 milioni di dollari.

L’interesse per PalmSource da parte di Sony si manifesta in un periodo particolare per la casa americana afflitta da scarse vendite e da pesanti tagli al personale

Infine anche qualche accenno all’alleanza che lega Sony ad Ericsson. “La nostra collaborazione con Ericsson – ha detto Idei – ci fa risparmiare soldi sulle licenze GSM anche se sappiamo che a loro interessa poco il mercato dei telefoni, il loro business è per il 90% legato alle infrastrutture, ma a ci fa comodo la loro esperienza e le tecnologie del settore”.

Nei prossimi giorni le altre due parti della lunga intervista.