Spagna, Apple apre uno store a Barcellona

di |
logomacitynet696wide

Apple ha aperto un retail store ufficiale in Spagna e la prima città prescelta è Barcellona. Le città che seguiranno in futuro sono Madrid e Valencia. A detta del Senior Director of Apple International Retail si tratta del più grande negozio Apple mai aperto all’interno di un centro commerciale.

Apple ha aperto il suo store ufficiale in Spagna e la prima città prescelta è Barcellona. Le città che seguiranno in futuro sono Madrid e Valencia. Il negozio si trova all’interno del centro commerciale “La Maquinista”, nella zona est della città e nel cuore della futura stazione ferroviaria ad alta velocità in costruzione a Sagres. Si tratta, a detta di Steve Cano, del più grande negozio Apple mai aperto all’interno di un centro commerciale. Il Senior Director of Apple International Retail, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato che è intenzione della società aprire una dozzina di punti vendita in tutta la Spagna.

In passato varie voci avevano confermato l’interesse di Apple per il capoluogo della Catalogna e si era vociferato dell’interessamento dell’azienda per un edificio nel prestigioso viale di Passeig de Gracia, un immobile che è però stato soffiato alla casa di Cupertino da Mango (una catena di negozi di moda e accessori). All’apertura, come al solito grandi code, dipendenti e clienti entusiasti e varie t-shirt commemorative in regalo.

 In conformità alle leggi della regione, tutte le insegne e la cartellonista del negozio sono in catalano: un buon inizio poiché, spesso in questa zona Apple è stata criticata per il suo debole rapporto con la Catalogna. Dal rilascio di Mac OS 8 in poi, Apple ha costantemente ignorato questa lingua a dispetto della forte pressione degli utenti. Nel 2007, una petizione sostenuta dal presidente della Generalitat (governo autonomo della Catalogna) chiedeva a gran voce la traduzione in catalano di Mac OS X, richieste sempre ignorate fino a giugno 2010 quando, almeno in iOS 4 è comparso nell’elenco delle lingue supportate, anche il catalano. In precedenza, alcuni utenti avevano fatto da sé, mettendo a disposizione per gli smartphone con il jailbreak, tool per avere il sistema nella lingua di Joan Miró. Oltre alla traduzione di Mac OS X e di applicazioni quali iLife e iWork, i catalani vorrebbero una versione bilingue del sito. Non si tratterebbe di una novità assoluta: in altri paesi, quali ad esempio la Svizzera, il sito web di Apple è disponibile in due idiomi (francese e tedesco), così come in Belgio (francese e olandese), Canada (inglese e francese) e Hong Kong (inglese e cantonese).

Tornando ai negozi Apple, ricordiamo che in Italia dovrebbe essere imminente l’annuncio della data di inaugurazione di Apple Store alle Gru di Grugliasco; prima della fine del mese di settembre potrebbe aprire anche il quarto Apple Store italiano, collocato allo shopping cente di Orio al Serio. Secondo le fonti di Macitynet al momento Apple pensa di aprire una decina di store; i prossimi due potrebbero essere a Bologna e a Roma.

[A cura di Mauro Notarianni]