Sparito il link alla sezione Plus, presto musica senza DRM su iTunes?

di |
logomacitynet696wide

Un sito americano nota la sparizione del link alla sezione Plus su iTunes; la pagina dove si proponeva l’acquisto di canzoni resta nascosta all’interno, ma la mossa sembra preannunciare il lancio di un negozio di musica digitale Apple completamente priva di DRM. [Aggiornamento: il link è tornato]

L’area iTunes Plus su iTunes è sparita dalla prima pagina del negozio. A notarlo è il sito americano Venture Beat. In un articolo scritto sulla scia delle voci diffuse durante la giornata di oggi in base alle quali sul negozio di musica on line starebbe per essere cancellata uella con DRM, si ipotizza che la mossa sarebbe legata proprio all’addio a FairPlay, la chiave con cui iTunes lega la riproduzione delle canzoni a specifici (e ridotti in numero) computer e ad iPod.

Un rapido controllo conferma che anche sullo store italiano è sparito il link, anche se la sezione è ancora raggiungibile conoscendo l’URL preciso (http://itunes.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa). Anche la pagina permane nascosta in profondità , l’ipotesi più attendibile è proprio che Apple si stia preparando a lanciare un negozio interamente privo di DRM. Come noto, infatti, la sezione iTunes Plus serve a mettere in evidenza la musica senza DRM e quella “aggiornabile” alla versione priva di protezione dalla copia.

La sparizione del link alla sezione Plus si affianca alle segnalazioni che arrivano dagli Usa dove alcuni clienti si sono trovati di fronte la possibilità  di aggiornare in formato “Plus” musica di case discografiche diverse da Emi, fino ad oggi l’unica etichetta a vendere musica senza DRM su iTunes. Le segnalazioni risalgono, come si apprende dal forum di, ad esempio, Macrumors, alla fine della scorsa settimana, il segnale che Apple si sta muovendo da diversi giorni e potrebbe avere ora quasi completato il processo.

Come noto da tempo si parla di un accordo ormai fatto tra le case discografiche per dare anche ai clienti dello store musicale della Mela le stesse opportunità  di chi frequenta gli store, ad esempio, di Amazon o di Napster. Le prime voci parlavano di un contratto siglato con Sony BMG, successivamente era parso probabile che in realtà  anche Warner e Universal avessero trovato una parallela sistemazione.

Se accordo sarà , si tratterà  di un passo rilevante non solo a livello commerciale (tutta la musica comprata su iTunes potrà  essere usata su qualunque dispositivo senza vincoli di piattaforma), ma anche strategico. Le case discografiche avevano appositamente tenuto fuori Apple dal novero dei partner cui concedere musica senza DRM favorendo la concorrenza per smantellare lo strapotere dell’ecosistema iPod+iTunes. I risultati ottenuti non sono stati lusinghieri; iTunes ha mantenuto più o meno la stessa quota percentuale e iPod fa lo stesso nel comparto dei player. Probabilmente, fatto qualche conto, le etichette hanno capito che la strategia non funziona e che la strada più proficua da percorrere se vogliono far crescere e vendite di musica è quella che passa da un accordo con Cupertino.

Aggiornamento: nel corso della notte Apple ha ripristinato i collegamenti alla sezione iTunes Plus, rendendo accessibile di nuovo la pagina con musica senza DRM.