Square trasforma iPad in un registratore di cassa

di |
logomacitynet696wide

Square, la società nota per i sistemi di pagamenti che sfruttano iPhone e iPad per le transazioni, ha annunciato negli USA “Square Register”, un’app per iPad con la quale i negozianti potranno sostituire il registratore di cassa, trasformando il tablet di Apple in un completo sistema per la vendita al banco.

Square, la società nota per i sistemi di pagamenti che sfruttano iPhone e iPad per le transazioni, ha annunciato negli USA “Square Register”, un’app per iPad con la quale i negozianti potranno sostituire il registratore di cassa, trasformando il tablet in un completo sistema per la vendita al banco.  L’applicazione consente di personalizzare l’interfaccia, visualizzare la lista dei prodotti disponibili in tempo reale in magazzino, selezionare e contabilizzare quanto scelto dal cliente.  Strumenti di analisi consentiranno alle imprese di visualizzare minuto per minuto dettagli sulle vendite, suddividendo i prodotti per categorie, fatturato o altri parametri e creando statistiche sui trend in un determinato periodo. 

Per i clienti finali, Square ha lanciato “Card case”, biglietti da visita virtuali che consentono di visualizzare informazioni sulle imprese preferite, accedere a menu aggiornati in tempo reale, elenchi di prodotti acquistati e storico delle transazioni con dettagli per ogni singolo prodotto o servizio. La sostituzione di carte fedeltà e metodi di pagamento alternativi alle carte di credito, consentirà di stabilire relazioni stabili con le imprese e pagare beni o servizi senza bisogno di avere appresso il portafoglio: una sorta di corsia preferenziale con le aziende di fiducia. Messaggi di conferma dell’avvenuta transazione e ricevute virtuali sono inviate ai telefoni degli utenti, per tracciabilità. I pagamenti potranno avvenire nei punti vendita mostrando semplicemente la “Square card” sul telefono e fornendo il proprio nome alla cassa.

Gli Square Register e le Square Card sono in corso d’implementazione in 50 negozi di New York City, San Francisco, Washington DC, St. Louis, e Los Angeles; altri ancora arriveranno in futuro.

[A cura di Mauro Notarianni]