Stop ai CD audio che bloccano il Mac?

di |
logomacitynet696wide

Potrebbe essere finito il disagio dei CD audio che bloccano il Mac. La società  israeliana che ha inventato il sistema di protezione dalla copia responsabile del disagio ha annunciato un aggiornamento della tecnologia. I prossimi CD che la utilizzeranno funzioneranno anche sui computer e non daranno più problemi.

Midbar Tech, la società  israeliana inventrice di Cactus Data Shield, il controverso sistema di protezione dalla copia dei CD Audio che tanti fastidi hanno dato ai Mac, ha annunciato ieri di avere in cantiere un aggiornamento della tecnologia.

La nuova versione denominata CDS-200 avrà  tra le sue caratteristiche quella di essere totalmente trasparente ai lettori CD in uso sui computer e quindi di non interferire con la riproduzione audio su di essi.

CDS-200 dovrebbe anche migliorare la compatibilità  con i lettori CD da automobile e con i lettori DVD di cui molti sono anche in grado di leggere i normali CD audio.

Secondo Midbar Tech verrebbero così eliminate le ragioni di protesta di coloro che, una volta acquistato un CD originale, in seguito alle caratteristiche della protezione non erano in grado di ascoltarlo che usando un lettore CD, impedendo l’€™utilizzo sui lettori universalmente diffusi nei computer.

Dovrebbero essere anche soddisfatti gli utenti Mac che, addirittura, come abbiamo spiegato più volte, infilando un CD audio protetto con Cds-100 (la versione precedente) potevano trovarsi addirittura nella spiacevole situazione di non essere più in grado né di estrarre il CD né d riavviare la macchina.

Il rilascio di CDS-200 coinciderà  anche con il virtuale pensionamento del sistema più utilizzato per aggirare il sistema di protezione.

Alcuni utenti avevano infatti scoperto che bastava usare un pennarello per coprire una particolare traccia così da ottenere un CD non solo in grado di suonare in un computer ma anche di essere copiato.

Secondo Midbar Tech questo sistema non era ‘€œuniversale’€ e funzionava solo in qualche caso, ma ora con CDS-200 non funzionerà  più in nessun caso.

La società  israeliana, infine, ha anche annunciato di avere in preparazione CDS-300 che verrà  reso disponibile a fine 2002. La sia caratteristica principale sarà  la capacità  di proteggere gli streaming audio dei servizi di musica on line così da impedirne la copia.