SunnComm ora minaccia querele a chi ha scoperto la “sprotezione” dei CD audio

di |
logomacitynet696wide

Il laureato di Princeton che ha scoperto come il sistema di protezione dalla copia dei CD studiato da SunnComm si può violare semplicemente premendo il tasto maiuscole ora rischia il processo. La società : ‘€œCi ha diffamato e prodotto danni per 10 milioni di dollari’€

John Halderman ora riccia un processo. Il laureato di Princeton che aveva dimostrato come la sedicente inespugnabile protezione dalla copia per CD studiata da SunnComm in realtà  è superabile semplicemente premendo il tasto delle maiuscole, è infatti finito nel mirino della stessa società  che si occupa di sviluppare tecnologie anticopia.

Il Ceo di SunnComm ritiene che lo studio reso pubblico da molti servizi giornalistici, avrebbe messo leso la reputazione della società  e probabilmente anche violato la norma che impedisce la distribuzione di strumenti atti a violare si sistemi di protezione. SunnComm, si è appreso, da parte sua intenderebbe perseguire Halderman con accuse civili lasciando alle autorità  federali il compito di investigare su eventuali carichi penali. SunnComm stima che la pubblicizzazione dello studio avrebbe prodotto danni per 10 milioni di dollari sotto forma di una precipitosa discesa del titolo azionario.

Ricordiamo che Haldeman ha dimostrato come la protezione implementata da SunnComm, uno dei principali protagonisti dell’€™universo di aziende che si preoccupa di rendere impossibile o perlomeno difficile la copia delle tracce audio dei CD, è basata su una tecnologia che si fonda sull’€™autorun del disco stesso. Una volta superato, mediante la disabilitazione della funzionalità  di autorun dalle preferenze o mediante il tasto maiuscole, o mediante un patch l’€™installazione del software il disco protetto diviene un normale disco audio. SunnComm ha ammesso che le cose stanno esattamente così sottolineando però come il sistema di protezione dalla copia sia in realtà  un deterrente volto a far prendere coscienza che si sta facendo qualche cosa di illegale piuttosto che un ferro blocco per la copia.

Ora però SunnComm pare avere cambiato idea e oltre a querelare il laureato di Princeton annuncia che modificherà  il sistema.

A sua volta Halderman si è detto tranquillo in caso di processo. ‘€œSe basta premere il tasto maiuscole per violare la legge sulla protezione dei contenuti digitali, allora la legge va cambiata’€, ha detto ad alcuni media.