Surround Haptics, una seduta che potrebbe cambiare la nostra vita

di |
logomacitynet696wide

Ancora a livello embrionale, la seduta presentata al Siggraph 2011 dalla Disney Research ospita una tecnologia di feedback tattile che potrebbe cambiare il mondo dei videogiochi, come anche la vita quotidiana, dalla guida in autostrada ad un giro in bici la domenica.

I visitatori del Siggraph 2011 di Vancouver hanno avuto la possibilità di testare la nuova tecnologia Surround Haptics sviluppata in seno alla Disney Research di Pittsburgh e presentata al pubblico sotto forma di una normalissima seduta. Si tratta però di una fondamentale innovazione nel campo dell’interazione tra interfaccia digitale ed essere umano. L’aspetto inganna: è una semplice sedia di legno, dallo schienale alto ed un design moderno e pulito, assolutamente nulla a che vedere con qualcosa di particolarmente futuristico, adatta se vogliamo a qualsiasi scrivania. L’innovazione è invisibile e sottile. All’interno delle sue imbottiture infatti sono sistemati gli attuatori della tecnologia Surround Haptics, che permettono la diffusione di sensazioni tattili su tutto il corpo, riducendo considerevolmente l’ingombro rispetto alle soluzioni simili precedenti.

Il fulcro della questione infatti non è la presentazione dell’ennesima poltrona per giocatori incalliti, ma quella di una tecnologia in grado di integrarsi in una sottile sedia da salotto, come anche in vestiti, sedili di automobile, gilet da ciclisti. Surround Haptics, potrebbe integrarsi con l’elettronica di una automobile per comunicare a livello tattile, immediato, una situazione di pericolo, un’auto che invade la nostra corsia o risvegliare prontamente il guidatore preso da un improvviso colpo si sonno. Le applicazioni sono pressoché infinite e la fantasia vola già verso orizzonti futuri. Gli inviati di Engadget però tirano il freno sull’entusiasmo, dichiarando che la qualità dell’esperienza ludica con l’utilizzo della sedia non è eccelsa, definendola non molto confortevole, tanto che loro “non sarebbero i primi in fila ad acquistarne una per il loro soggiorno”.

Ovviamente per ora lo stato delle cose può definirsi embrionale, si tratta non più che di sperimentazioni e la strada per la commercializzazione potrebbe essere lunga, ma la stretta connessione con una azienda come Disney lascia sperare che nel momento in cui se ne intraveda la possibilità, non si perderà l’occasione di portare sul mercato questa tecnologia e diffonderla. L’esordio quindi non è eclatante, ma sottovoce qualcuno suggerisce di tenere gli occhi aperti, perché qualcosa sta nascendo e potrebbe cambiare in meglio la vita di ogni giorno. Per chi volesse dare uno sguardo più ravvicinato alla sedia con tecnologia Surround Haptics è possibile visualizzare il video realizzato da Engadget.
Surround Haptics
[A cura di Giuseppe La Guardia]