Telecom: iPhone 3G in Italia a giugno

di |
logomacitynet696wide

Luigi Licciardi, vicepresidente esecutivo dei servizi mobili, si lascia sfuggire in una conversazione data e tipo dell’iPhone in vendita in Italia. Arriverà a giugno e sarà 3G.

L’iPhone arriverà  in Italia a giugno e sarà  3G. La notizia scaturisce da una conversazione “casual” tra David Manners, un giornalista di Electronic Weekly, e Luigi Licciardi, vicepresidente esecutivo per i servizi mobili di Telecom Italia. L’affermazione, che non è un comunicato ufficiale ma per autorevolezza vi si avvicina molto, è stata pronunciata da Licciardi, spiega il giornalista nel suo blog, durante un viaggio su un bus che portava gli invitati ad una cena d’onore a Dubai, in occasione dell’International Electronic Forum.

Licciardi, affermando che iPhone sarà  in vendita il prossimo mese, svela due degli elementi di incertezza maggiori che gravitano intorno alla nuova generazione del telefono: la data di lancio e la sua tipologia. E questo probabilmente vale su scala globale, anche se non è detto che tutte le nazioni avranno iPhone 3G nello stesso momento.

A questo punto appare molto probabile che la sequenza di tempi supposta dalle principali fonti di informazione sia quella prevista: annuncio e presentazione dell’iPhone 3G alla WWDC (anche se potrebbe essere immaginabile una presentazione dedicata per un prodotto di questo tipo), rilascio di iPhone Firmware e dell’SDK entro fine mese con lancio contestuale del telefono di nuova generazione. La data più probabile della messa in vendita potrebbe essere il 27 giugno, venerdì, un momento che sarebbe anche simbolico perché farebbe cadere il lancio della nuova generazione ad un anno (quasi esatto) dalla presentazione del primo iPhone e darebbe la possibilità  ad Apple di creare un evento mediatico su scala planetaria, uno di quegli eventi che a costo praticamente quasi zero riproducono gli effetti di una campagna pubblicitaria da decine di milioni di euro.

Per quanto riguarda l’Italia resta da vedere se Vodafone avrà  il telefono contemporaneamente a Tim. Ma tutti i segnali ad oggi disponibili puntano in quella direzione.